Lecco, 22 novembre 2017 - Un bambino di 18 mesi è morto nel reparto di Terapia intensiva dell'ospedale Manzoni di Lecco. Le condizioni del piccolo, proveniente dal centro riabilitativo "Eugenio Medea" de "La Nostra Famiglia" di Bosisio Parini (Lecco) dove era in cura e dove si era aggravato, sono diventate disperate fino a provocare il decesso del bimbo domenica notte nel reparto di Terapia intensiva . Ora i genitori, residenti nella provincia  di Cuneo, vogliono vederci chiaro. Per questo  hanno presentato un esposto in questura, a Lecco. Vogliono capire perché il loro bambino è morto, se ci siano state negligenze nei protocolli di cura. Non tanto, a quanto si è appreso, all'ospedale di Lecco né a "La Nostra Famiglia", dove era arrivato per la riabilitazione motoria conseguente a una cerebrolesione acquisita, ma nelle precedenti strutture, fuori regione, dove era stato precedentemente assistito. Si tratterebbe infatti  di un tipo di paziente con lesioni cerebrali non congenite ma dovute a eventi esterni, come traumi cranici, o affezioni morbose, come encefaliti. Tra i sospetti da accertare, anche quello che all'origine della patologia possa esserci stato un vaccino. Sarà un'inchiesta, basata sugli esiti dell'autopsia, eseguita da un medico legale nominato dalla Procura, a stabilire le cause della morte del piccolo.