Spunta un caso di Dengue. Ats punta alla prevenzione: tre giorni di disinfestazioni

Allarme a Busto Arsizio: ieri il Municipio ha ricevuto una segnalazione da parte di Ats Insubria riguardante una sospetta positività per un residente in via Nievo nel rione di Sant’Edoardo.

Spunta un caso di Dengue. Ats punta alla prevenzione: tre giorni di disinfestazioni

Spunta un caso di Dengue. Ats punta alla prevenzione: tre giorni di disinfestazioni

Caso sospetto di Dengue a Busto Arsizio, ieri il Comune ha ricevuto una segnalazione da parte di Ats Insubria riguardante un caso di sospetta positività per un residente in via Ippolito Nievo nel rione di Sant’Edoardo. L’amministrazione comunale si è subito attivata per avviare gli interventi mirati a proteggere la salute pubblica e prevenire la diffusione di malattie trasmesse da insetti vettori, come la zanzara del genere Aedes, responsabile di malattie come Zika, Chikungunya e Dengue. In particolare già da ieri sera sono cominciati i trattamenti di disinfestazione secondo le modalità prescritte da Ats che proseguono fino a domani domenica 24. I trattamenti hanno inizio alle ore 22/22.30 e terminano alle ore 24/01.

Con l’ordinanza sindacale è stata definita un’area precauzionale di intervento (nel raggio di 200 metri da via Nievo) che comprende i seguenti tratti viari: Via Nievo, Via Adria, Via Catullo, Viale Borri, Via Codroipo, Via Pordenone, Via Bonghi, Via Cividale, Piazzale Crespi, Via Ponzella, Via Del Bosco, Via Vicenza, Via Montebelluna, Via Bobbio, Via Gussoni, Via Jesolo, Viale Boccaccio. Dal comune si invitano i cittadini, durante il trattamento, a tenere le finestre chiuse e a non lasciare all’aperto animali domestici, cibi e panni stesi. Inoltre frutta e verdura dell’orto o del giardino, se non raccolti prima dell’inizio del trattamento, non potranno essere raccolti e mangiati per i successivi 30 giorni. L’ordinanza prescrive, inoltre, a tutti i residenti, amministratori condominiali, operatori commerciali, gestori di attività produttive presenti nell’area di: usare repellenti e indossando pantaloni lunghi e camicie a maniche lunghe quando si è all’aperto, soprattutto all’alba e al tramonto, usare delle zanzariere alle finestre, svuotare di frequente i vasi di fiori o con acqua stagnante.