Sos sull’aereo diretto a Malpensa. Paziente colto da un malore. Medico a bordo gli salva la vita

Intervento provvidenziale di Innocenzo Infantino, dottore dell’Asst Sette Laghi

Sos sull’aereo diretto a Malpensa. Paziente colto da un malore. Medico a bordo gli salva la vita
Sos sull’aereo diretto a Malpensa. Paziente colto da un malore. Medico a bordo gli salva la vita

Trovarsi al posto giusto al momento giusto e in una situazione drammatica, con un uomo in pericolo di vita. A trovarsi al posto giusto al momento giusto è stato questa volta un giovane medico siciliano della provincia di Agrigento, Innocenzo Infantino, in volo da Catania a Malpensa, di rientro a Varese, dove lavora presso l’Asst Sette Laghi, dalle vacanze natalizie. Il giovane medico ha salvato la vita a un passeggero, colto da un grave malore sull’aereo, a venti minuti dall’atterraggio.

Racconta il giovane medico: "Avevo acceso il tablet per leggere un po’ durante il volo, all’improvviso una signora si mette a gridare, il marito ha avuto un malore e si è accasciato". La situazione appare drammatica, l’uomo non risponde. Infantino interviene, non c’è tempo da perdere, ogni istante è prezioso. Continua: "Controllo il polso e noto assenza di battito, metto due dita sulla carotide, niente. Controllo anche se il paziente ha qualche riflesso. Niente. Il paziente è andato in arresto cardiaco". Una situazione grave e delicata.

Così inizia a fare la manovra cardiopolmonare. "Via con le prime trenta compressioni, nessun effetto, ancora altre trenta. Niente. Altre trenta. Niente. Chiedo subito allo steward di prendere il defibrillatore". Ricorda ancora il medico " metto gli elettrodi e via con la prima scarica, finalmente il cuore riprende a battere". Il personale prepara l’atterraggio, nel frattempo sono stati chiamati i soccorsi pronti ad intervenire in aeroporto. Infantino resta accanto al passeggero fino all’atterraggio, quando anestesista e infermieri prendono in consegna il paziente per trasferirlo in ospedale e giungere al lieto fine.

L’intervento del giovane medico lo ha salvato. "Mi ha telefonato la moglie – fa sapere Infantino – per ringraziarmi, il marito è in osservazione in ospedale ma fuori pericolo. Ringrazio il Signore per avermi dato lucidità e freddezza in quei venti minuti interminabili della mia vita, di questo viaggio rimane una vita salvata e l’emozione di un battito".

Rosella Formenti