Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

Seicento baby pensatori al Festival della filosofia

Oggi e venerdì torna la kermesse nelle scuole di Varesotto e Comasco. Tra i temi caldi la mafia, la tutela dell’ambiente un Parlamento mondiale

24 mag 2022
lorenzo crespi
Cronaca
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi
Stefania Barile coordina l’evento ideato dal professor Fabio Minazzi

di Lorenzo Crespi

Quasi 600 studenti parteciperanno alla 13esima edizione del Festival della filosofia dei giovani pensatori organizzato dall’Università dell’Insubria. Due le giornate della rassegna: oggi e venerdì. L’appuntamento, ideato dal professor Fabio Minazzi e coordinato da Stefania Barile, vede il coinvolgimento di molte scuole di Varese e Como. Tra i temi affrontati spiccano la tutela dell’ambiente, la criminalità organizzata di stampo mafioso, la costituzione di un Parlamento mondiale e la pace.

L’incontro di oggi si svolge in mattinata nell’aula magna di via Ravasi a Varese ed è dedicato ai Giovani pensatori delle scuole secondarie, in presenza o collegamento. Venerdì spazio invece ai Giovanissimi pensatori, ovvero gli alunni delle primarie, solo online. Le scuole varesine coinvolte nella prima giornata del Festival sono il liceo Manzoni e il Cairoli, l’istituto Daverio Casula Nervi e il salesiano Maroni.

Le new entry al Festival di questa edizione sono i licei del Collegio Rotondi di Gorla Minore e lo Scientifico Giovio di Como. Attivo anche quest’anno il Laboratorio filosofico dei licei Sereni di Luino e Laveno. "I percorsi di studio e di ricerca legati al format progettuale “Legalità come prassi“ hanno impegnato solo in questa edizione oltre 1.500 studenti – spiega Stefania Barile – In particolare, al progetto Varese-BiodiverCity hanno lavorato 650 giovani delle scuole varesine; altrettanti a quello sul Parlamento mondiale distribuiti su tutto il territorio nazionale e un notevole incremento, rispetto alle scorse edizioni, è stato registrato intorno al tema della mafia e dell’antimafia".

La sezione Giovanissimi pensatori, nell’ambito del progetto “Filosofare con i bambini“, presenta l’itinerario del mese filosofico “Conoscere ci fa cambiare“. "Il percorso filosofico dalla classe prima alla quinta guida e testimonia la crescita del bambino come persona che si evolve attraverso lo sviluppo graduale della propria consapevolezza – spiega la coordinatrice Graziella Segat – L’apertura verso il mondo avviene nell’incontro con l’altro e con la cultura in uno scambio continuo". Le primarie coinvolte sono la San Benedetto e la Papa Giovanni XXIII di Gavirate, la Pascoli di Comerio, la Settembrini di Varese e la Carducci di Buguggiate. Saranno 156 i Giovanissimi pensatori che venerdì si collegheranno dalle loro aule per il Festiva della filosofia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?