Sangue in famiglia, è choc. Uccide la madre e s’impicca

Dramma in una palazzina nel rione Matteotti: Stefano Rotondi, 54 anni ha colpito l’anziana malata Teresa Sartori, 81 anni e poi si è tolto la vita.

Sangue in famiglia, è choc. Uccide la madre e s’impicca

Sangue in famiglia, è choc. Uccide la madre e s’impicca

Tragedia familiare ieri in una palazzina nel rione Matteotti a Saronno, un uomo di 54 anni, Stefano Rotondi, ha ucciso la madre, Teresa Sartori, 81 anni e poi si è tolto la vita, impiccandosi. L’omicidio – suicidio sarebbe maturato all’interno di una situazione di profondo disagio, non conosciuta da nessuna delle realtà assistenziali del territorio e dai Servizi sociali del comune. Da qualche tempo le condizioni di salute del l’anziana madre, con cui conviveva, erano peggiorate e questo potrebbe averlo portato all’esasperazione, fino al tragico epilogo. La città è sotto choc, "Siamo sgomenti – ha detto ieri il sindaco Augusto Airoldi – un dramma che lascia senza parole e che nello stesso tempo deve farci riflettere proprio per la situazione in cui è maturata, un’anziana madre malata e un figlio che deve assisterla". Una vicenda drammatica che scuote la città, ha continuato il sindaco "proprio di fronte a questa tragedia familiare fermiamoci a riflettere per valutare come sia possibile intervenire per prevenire drammi umani simili, vuol dire migliorare la collaborazione tra azienda sanitaria, Servizi sociali, centri di assistenza territoriali per conoscere le situazioni più complesse, più difficili e garantire gli interventi di assistenza necessari. Vorrei poi che il rione sentisse in questo momento la vicinanza dell’amministrazione comunale per questo nuovo lutto che segue di pochi giorni quello per la morte di suor Annunciata Fumagalli, un punto di riferimento prezioso per la comunità del Matteotti". La scoperta dell’omicidio- suicidio è avvenuta ieri mattina, a dare l’allarme una vicina di casa quando è entrata nell’appartamento e ha trovato nella camera da letto l’anziana (con ferite di arma da taglio sul corpo) e il figlio privi di vita. La donna era stata contattata dalla figlia dell’anziana che vive in Veneto, aveva chiamato al telefono ma nessuno aveva risposto così preoccupata del silenzio si è rivolta alla vicina di casa che entrata nell’appartamento ha fatto la macabra scoperta. Al quarto piano della palazzina in via Fratelli Cervi sono quindi arrivati i carabinieri della compagnia di Saronno e del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Varese per rilievi. L’autorità giudiziaria ha disposto l’esame autoptico sulle due salme per accertare le cause del decesso e risalire all’esatto momento del decesso. Sgomenti gli inquilini del palazzo, "erano persone riservate e gentili" così ieri descrivevano Teresa Sartori e il figlio Stefano Rotondi alcuni vicini. Il cinquantaquattrenne, ex operaio, trascorreva il tempo libero con gli amici in centro, in Corso Italia, sembra che non avesse parlato con nessuno dei problemi di salute dell’anziana madre e non si fosse rivolto a nessuno centro per ricevere aiuto nell’assistenza. Saranno le indagini a fare chiarezza sulla tragedia.