LORENZO CRESPI
Cronaca

Parte “Sos liste d’attesa”. Un servizio in soccorso dei cittadini

La novità in aiuto degli utenti sarà attiva con sei sportelli tra il capoluogo e il resto della provincia. I punti già operativi sono quelli di Varese alle Acli e alla Cooperativa Lotta contro L’Emarginazione.

Parte “Sos liste d’attesa”. Un servizio in soccorso dei cittadini

Parte “Sos liste d’attesa”. Un servizio in soccorso dei cittadini

A Varese parte "Sos liste d’attesa", un nuovo servizio in aiuto ai cittadini, che sarà attivo con sei sportelli tra il capoluogo e il resto della provincia. Il problema dei lunghi tempi delle liste d’attesa è ormai diventato comune per molte persone, specialmente per le più fragili che trovano difficoltà nell’accedere alle cure sanitarie. Sulla scorta di un’iniziativa già da tempo attiva in provincia di Lodi, un gruppo composto da associazioni, gruppi e privati cittadini del varesotto ha cominciato negli scorsi mesi a incontrarsi e a lavorare insieme con diversi obiettivi. Innanzitutto aiutare nell’immediato i singoli cittadini che non riescono ad accedere alle cure perché le liste d’attesa sono lunghe o addirittura chiuse o bloccate. Quindi creare consapevolezza sul diritto alla salute nel rispetto delle regole esistenti, affrontare più in generale le questioni relative al sistema sanitario lombardo e nazionale e infine rafforzare il servizio pubblico per il diritto alla salute di tutti. A promuovere il servizio Acli, Auser, Cgil e Spi, Coordinamento per il diritto alla salute Varese, Cooperativa Lotta contro l’emarginazione, Federconsumatori Varese e Medicina Democratica. Dopo aver formato appositamente un gruppo di volontari hanno promosso l’apertura di sportelli per aiutare i cittadini ad accedere alle prestazioni medico-sanitarie che non è stato possibile prenotare (perché, ad esempio, la lista d’attesa è chiusa o bloccata) o sono state prenotate oltre i tempi previsti dalla prescrizione medica oppure troppo distanti dal luogo di residenza. Gli sportelli già operativi sono quelli di Varese, presso le Acli di via Speri della Chiesa 9 e presso la Cooperativa Lotta contro L’Emarginazione in via del Cairo 29, e hanno già raccolto e inviato numerose segnalazioni. Nei prossimi giorni e nelle prossime settimane, aprirà, sempre a Varese, lo sportello presso la Cgil di Varese in via Bixio 37 e inizieranno ad operare, in provincia, sportelli a Laveno Mombello (viale Garibaldi), Marchirolo (via Dante) e Saronno (via Maestri del Lavoro). Il servizio è gratuito e aperto a tutti. Altri sportelli saranno attivati nei prossimi mesi in tutta la provincia per rendere il più capillare possibile il servizio. Sul sito della Cgil Varese si può trovare l’elenco degli sportelli con relativi orari.