Depressione post partum e cura del neonato, ostetrica di famiglia in aiuto alle neo mamme: ecco come funziona il servizio

Cassano Magnago, l’iniziativa partirà il primo aprile con le visite domiciliari nell’ambito del progetto pilota di Home Visiting

Morena Crespi, ostetrica di famiglia

Morena Crespi, ostetrica di famiglia

Cassano Magnago, 5 marzo 2024 – La Casa di Comunità di Cassano Magnago sarà la prima struttura dell’ASST Valle Olona che comprende gli ospedali di Busto Arsizio, Gallarate, Saronno, Somma Lombardo, a offrire il nuovo servizio dell’ostetrica di famiglia. Partirà il primo aprile il progetto pilota di Home Visiting rivolto alle donne che partoriscono nei punti nascita di ASST Valle Olona. Si tratta di un percorso specifico attuato con l’ostetrica di famiglia che si propone di supportare e aiutare le neo-mamme nelle prime fasi post-parto. 

L’ostetrica di famiglia effettuerà visite domiciliari e guiderà la neo-mamma in attività quali l’allattamento, il momento del bagnetto, la medicazione del cordone ombelicale, oltre a fornire un aiuto concreto e un supporto indispensabile nella gestione e nel superamento della depressione post- partum. Quest’ultimo aspetto è di fondamentale importanza considerato che recenti studi epidemiologici svolti a livello nazionale evidenziano che la depressione post-parto riguarda una percentuale di neo mamme che oscilla tra il 7 e il 12% e si manifesta, in linea di massima, tra la sesta e la dodicesima settimana di vita del bambino. Oltre alla tristezza, al pianto senza motivo e all’irritabilità, esordisce la sensazione di non essere in grado di prendersi cura del neonato e di non essere all’altezza della situazione.

È in questo contesto che si inserisce l’attività imprescindibile dell’ostetrica di famiglia alla Casa di Comunità a Cassano Magnago. “Il lancio del progetto di Home Visiting – Ostetrica di Famiglia è un elemento importante per lo sviluppo della medicina di prossimità che, in questo ambito, va incontro alle esigenze delle neomamme e dell’intera famiglia che accoglie un neonato”, sottolinea il Direttore Socio Sanitario di ASST Valle Olona, Dott. John Tremamondo. Un nuovo servizio che permetterà alle donne in un momento particolare e importante della loro vita di essere seguite e supportate nel modo migliore.