L’area pedonale s’ingrandisce. Macchine addio in via Cavallotti

Primi cantieri a marzo. Interessata dall’estensione della Ztl in centro anche via Bramante

L’area pedonale s’ingrandisce. Macchine addio in via Cavallotti
L’area pedonale s’ingrandisce. Macchine addio in via Cavallotti

Novità importanti in vista in centro città per il prossimo anno, si tratta degli interventi di riqualificazione di via Cavallotti e via Bramante, finanziati da Regione Lombardia con il Bando Sviluppo dei Distretti del Commercio 2022-2024. La giunta ha ora approvato, su proposta dell’assessore alla Mobilità Salvatore Loschiavo, il progetto di fattibilità tecnico-economica predisposto da Agesp Attività Strumentali e il quadro economico di spesa, stimato in complessivi 350mila euro finanziati da Regione Lombardia. Quindi si amplia la Ztl con i lavori,già da marzo, in via Cavallotti che diventerà area pedonale, con ripavimentazione con nuovo materiale drenante e aree a verde e in via Bramante, nel tratto tra Piazza S. Maria e via S. Ambrogio, anch’essa oggetto di pedonalizzazione.

Altri interventi riguardano vicolo Borromeo ( accesso al parcheggio S. Michele), dove sarà ripristinato il percorso storico con nuova pavimentazione in rizzada in corrispondenza dell’edicola e nuova pavimentazione drenante nel tratto di collegamento al parcheggio S. Michele e in via Carlo Porta dove si provvederà a rimuovere la pavimentazione in asfalto esistente sostituendola con analoga in pietra. Dunque novità importanti per il centro storico che confermano quanto già annunciato dall’assessore Loschiavo nei giorni scorsi quando tracciando il bilancio di un anno ha illustrato anche gli altri progetti messi a punto per il 2024 con l’obiettivo di garantire più sicurezza e spingere verso tutte le forme di mobilità sostenibile.

In questi giorni invece sono i titolari di alcune attività che si affacciano su Piazza Trento e Trieste a sollecitare attenzione. "Siamo stati dimenticati per le iniziative natalizie – dice una commerciante – eppure siamo centro. E questo ci amareggia". "Durante la Settimana europea della mobilità – aggiungono – a settembre, l’attenzione è stata rivolta a questa piazza, chiusa in parte per una prova di pedonalizzazione che ha reso possibili varie iniziative, nel programma natalizio è stata invece dimenticata. Ci sono comunque interventi che sarebbero necessari, come migliorare l’illuminazione del monumento ai Caduti e rifare gli attraversamenti pedonali".