La solidarietà del riuso. I computer agli alluvionati

Sono una cinquantina quelli consegnati alle famiglie dell’Emilia Romagna grazie all’impegno di Massimiliano De Cinque e dagli alpini di Varese.

La solidarietà del riuso. I computer agli alluvionati

La solidarietà del riuso. I computer agli alluvionati

Già consegnati a numerose famiglie residenti nei paesi alluvionati dell’Emilia Romagna pc e tablet rigenerati da Massimiliano De Cinque con l’aiuto di alcuni collaboratori che lo affiancano a Olgiate Olona nella sua attività di volontariato informatico, il recupero e la rigenerazione di dispositivi altrimenti destinati allo smaltimento, inquinante, in discarica.

La rete di solidarietà animata da De Cinque, conosciuto come "digital sherpa", e dagli Alpini dell’ANA, sezione di Varese, guidati dal presidente Franco Montalto ha in poco tempo risposto alle richieste che stavano arrivando via social da parte di molte famiglie alluvionate che hanno perso tutto, in particolare da genitori di ragazzi che con l’avvio dell’anno scolastico hanno la necessità di avere a disposizione dispositivi informatici.

Il volontario con i suoi collaboratori si è subito messo all’opera, computer e tablet da rigenerare erano già arrivati nella sua disponibilità da diversi donatori che sostengono il progetto etico del riuso da lui promosso, in poco tempo sono stati ricondizionati, pronti per la destinazione, i paesi della Romagna colpiti dall’alluvione. Fondamentale nella rete di solidarietà l’impegno degli Alpini di Varese, guidati dal presidente Montalto, che hanno portato i dispositivi in Romagna poi affidati ai gruppo locali delle Penne Nere per la distribuzione. E sui social sono arrivati i messaggi commossi di gratitudine da parte di chi li ha ricevuti, tra cui anche una casa di riposo per anziani nel ravennate. "Attualmente tra pc e tablet sono una cinquantina quelli che abbiamo consegnato – dice De Cinque – ma ci sono ancora tante richieste a cui dobbiamo rispondere, noi siamo all’opera per preparare altri dispositivi, nel frattempo nel nostro territorio, nel Varesotto, prosegue la raccolta di pc e tablet dismessi, l’Associazione nazionale Alpini con il presidente Montalto ha individuato e messo a disposizione nuovi punti di raccolta a cui far riferimento per lasciare il materiale, quindi aspettiamo altre donazioni per poter soddisfare le richieste che continuano ad arrivare da tante famiglie della Romagna".

Rosella Formenti