Tragedia sfiorata nel Varesotto: 8 intossicati dal monossido, potevano morire per un braciere lasciato acceso

È successo nella notte in un’abitazione di Cavaria con Premezzo. Avevano lasciato un fuoco acceso in uno spazio non areato: portati tutti in pronto soccorso

L'intervento dei vigili del fuoco a Cavaria con Premezzo

L'intervento dei vigili del fuoco a Cavaria con Premezzo.

Tragedia sfiorata stanotte a Cavaria con Premezzo: otto persone sono rimaste intossicate dal monossido di carbonio all'interno di un'abitazione di via Moncucco. L'allarme è scattato nella tarda serata e sul posto si sono precipitati i mezzi dei vigili del fuoco del distaccamento di Busto Arsizio – Gallarate e i soccorsi con le ambulanze del 118.

Secondo una prima ipotesi a sprigionare il gas tossico, che se inalato in una certa quantità può far perdere i sensi e provocare la morte, sarebbe stato un braciere lasciato acceso in uno spazio non areato. Fortunatamente prima che il monossido inalato potesse causare la perdita di sensi qualcuno tra gli intossicati è riuscito a dare l'allarme prima che fosse troppo tardi. Una volta sul posto il personale medico ha valutato le condizioni delle otto persone intossicate, disponendo per tutte loro il trasporto al pronto soccorso in codice giallo. Tre di loro sono stati portati al Circolo di Varese, tre all'ospedale di Gallarate e due a quello di Busto. Le loro condizioni saranno monitorate: in particolare da capire se sarà necessario il trattamento in camera iperbarica.Nessuno in pericolo di vita.