Il Bosco dei cammini. Mille alberi e zone sosta nel Parco Alto Milanese

Il nuovo spazio attrezzato di oltre quattro ettari sul territorio di Legnano. Al centro di due sentieri diagonali, creata una piazzola con le sedute. .

Con la primavera il Parco Alto Milanese (Pam) si arricchisce di un nuovo spazio attrezzato: un bosco realizzato nel 2004 sul territorio di Legnano, di oltre quattro ettari. Mille gli alberi impiantati: di fatto il più grande bosco autoctono di nuova realizzazione all’interno del parco.

Il Pam ha recentemente provveduto a un’importante manutenzione, riprendendo tutti gli accessi che la vegetazione aveva reso impercorribili e ripristinando la sentieristica, le staccionate (sostituendo quelle in legno deteriorate con nuove in plastica riciclata) che lo delimitano e arricchendolo di alcune bacheche che spiegano l’ambiente in cui ci si trova, la sua fauna e la sua flora. Questo bosco si presta in modo particolare, per come è stato ideato (il progetto fu fatto dal dottore forestale Alessandro Nicoloso), a essere percorso al suo interno, presentando due sentieri principali diagonali con una vista prospettica e paesaggistica di notevole effetto. Un luogo particolare ai più non noto.

Il consiglio di amministrazione del Consorzio ha voluto farlo tornare fruibile, anche per renderlo interessante per eventuali progetti in tema di educazione ambientale. "Il Cammino della via Francisca del Lucomagno, che lo lambisce, ha suggerito il nome di “Bosco dei cammini“ anche per la zona presente al suo interno – afferma l’architetto Davide Turri, presidente del Parco Alto Milanese –. Al centro delle diagonali è collocato uno spazio di sosta, che abbiamo allestito con delle sedute in modo che le persone possano rilassarsi, leggere, conversare, godersi la natura in un luogo decisamente particolare. Negli anni le piantine sono divenute alberi: ora il “Bosco dei cammini“ è interessante per la varietà di essenze anche dal punto di vista naturalistico, habitat ideale per diversi animali. Anche questo ambiente sarà oggetto di osservazione del corso di birdwatch che verrà organizzato ad aprile, grazie a un progetto di monitoraggio dell’avifauna in collaborazione con Legambiente Busto Verde e il professore Andrea Viganò. Presto saranno definiti programma e date dell’iniziativa".

Al Bosco dei cammini si può accedere da Busto, dall’ingresso di via Borsano dopo la Fattoria Frisona, oppure da Legnano e Castellanza, percorrendo il sentiero principale dei Roccoli e portandosi poi nei pressi di Borsano in direzione sud.