Tentato furto in casa dell’assessore Elena Scapece, coltello alla gola del marito: ladri messi in fuga dalle urla

Casalzuigno, i malviventi, a volto coperto, sono passati dal locale lavanderia. Al vaglio le telecamere del giardino di casa. Il sindaco ha emanato un avviso ai cittadini

Indagano i carabinieri  (repertorio)

Indagano i carabinieri (repertorio)

Casalzuigno, 5 marzo 2024 – Momenti di paura ieri sera a Casalzuigno dove quattro malviventi hanno tentato il furto nell’abitazione dell’assessore alla Cultura, Elena Scopece, in casa con la famiglia. I banditi avevano il volto coperto e secondo quanto ricostruito sono passati dal locale lavanderia e quindi hanno bussato alla porta interna.

Il padrone di casa ha aperto nella convinzione che si trattasse del figlio e invece si è trovato di fronte uno dei malviventi che gli ha puntato il coltello alla gola. Ne è seguita una colluttazione mentre le urla dei familiari hanno messo in fuga i banditi. Subito allertati i carabinieri di Cuvio che sono arrivati sul posto e hanno avviato indagini. Importanti le immagini delle telecamere posizionate nel giardino.

Dopo l’episodio il sindaco Danilo De Rocchi ha diffuso un avviso per invitare i cittadini a non farsi cogliere di sorpresa. “Visto l’evento, di furto e rapina, verificatosi nella scorsa notte sul territorio di Casalzuigno – si legge nell’avviso –, si raccomanda la cittadinanza di mettere in atto tutti gli accorgimenti necessari al fine di evitare il rischio di rimanere vittima di questi atti criminosi”. In modo particolare i consigli sono quelli di: evitare di aprire la porta agli sconosciuti, soprattutto se si è soli in casa, evitare di circolare da soli nelle ore serali, farsi accompagnare per prelevare la pensione e/o soldi presso l’ufficio postale e gli sportelli bancari, segnalare alle forze dell’ordine individui, comportamenti e auto sospette.