Verifiche sulla stabilità del cedro del Libano in via Veratti a Varese; sopra, l’assessore all’Ambiente Dino De Simone
Verifiche sulla stabilità del cedro del Libano in via Veratti a Varese; sopra, l’assessore all’Ambiente Dino De Simone

Varese, 28 dicembre 2018 - Riflettori accesi sul piantone di via Veratti dopo l’intervento di abbattimento di un’altra pianta “piegata” dal vento. A molti, infatti, saputo del Santo Stefano di lavoro dei vigili del fuoco del comando provinciale di Varese, chiamati a intervenire per tagliare un grosso abete che si era spezzato, appoggiandosi a un condominio in via Postumia, sono venute in mente le condizioni di uno degli alberi-simbolo della città. Ai vigili del fuoco intervenuti sono serviti tre automezzi per tagliare la pianta e mettere in sicurezza l’area. Le operazioni di rimozione sono state rese particolarmente difficili causa l’altezza della conifera e la posizione di difficile accesso. Gli operatori hanno lavorato quattro ore, assicurando la pianta e tagliandola in più punti. Se del meno conosciuto abete di via Postumia, quindi, ci si è liberati senza troppi problemi, quale potrà essere la sorte di uno dei monumenti vegetali della città?

Il cedrus Libani di via Veratti, simbolo del centro cittadino, è ormai compromesso. La giunta guidata da Davide Galimberti si trova ad affrontare una situazione ormai definitiva, in cui il margine di manovra è decisamente limitato. Il piantone andrà tagliato e il monitoraggio sancirà le tempistiche. Le ultime analisi effettuate infatti, portati avanti dallo studio Progetto Verde di Ferrara, diretto dall’agronomo Giovanni Morelli, sono riassunte, dallo stesso, così. "L’albero tecnicamente non è ancora morto, anche se possiamo dire sia più che sofferente. A livello di stabilità abbiamo potuto constatare la costanza delle sue condizioni nel tempo, pur restando necessari alcuni interventi di manutenzione. Diciamo che la pianta ha regalato a chi dovrà deciderne del futuro un po’ di tempo". "La notizia è proprio questa – commenta l’assessore all’Ambiente Dino De Simone – non vi è alcun pericolo per il piantone. Quest’ultimo, infatti, oltre ad essere un simbolo di Varese è un albero in pieno centro, con tutto ciò che ne consegue in termini di sicurezza. L’intenzione è di raccontare alla città la condizione ben più che critica della pianta, verrà poi scelta quale strada percorrere e, nel caso, come sostituirlo". Il cedro, proveniente dal Marocco e piantumato nel 1870, è stato per anni il silenzioso custode del centro, tant’è che anche in quest’era tecnologica Google quasi gli rende grazia ricordando come l’adiacente fermata del bus porti proprio la dicitura "Veratti- Piantone". Sulla sua lenta agonia, dovuta ad un fungo che l’ha infettato, si è acceso un confronto che ha tenuto impegnate anche le parti politiche.