R.S.
Cronaca

Busto Arsizio, svincoli di Sant’Anna: i lavori partono già a luglio

Busto Arsizio, il pressing del Comune su Anas ha sortito i suoi effetti Confindustria: "Così verranno risolti i nodi cruciali che creavano ingorghi"

Cantiere stradale, a luglio i lavori per svincoli di Sant'Anna

Cantiere stradale, a luglio i lavori per svincoli di Sant'Anna

Busto Arsizio (Varese) – I lavori allo svincolo della superstrada 336 nel rione di Sant’Anna partiranno a luglio. Un intervento sollecitato dall’amministrazione comunale di Busto Arsizio, a cui Anas ha dato il via libera. Ad annunciarlo l’assessore all’Urbanistica Giorgio Mariani che spiega: "Verranno realizzati subito sia lo svincolo d’accesso dei Tir dalla dogana alla superstrada 336, sia l’eliminazione della barriera di new jersey che impedisce di entrare in autostrada dalla superstrada".

All’annuncio è seguito il commento positivo del presidente di Confindustria Varese Roberto Grassi: "L’annuncio dell’avvio dei lavori dello svincolo per permettere l’accesso dei camion dalla dogana alla superstrada 336 e per eliminare la barriera che oggi non permette di entrare in A8 direttamente dalla superstrada è una buona notizia per tutte le imprese di un’area strategica per lo sviluppo del trasporto intermodale e tra le più industrializzate del nostro territorio, oltre che una delle zone a più intensa densità manifatturiera del Paese".

Continua sottolineando che: "In questo modo verranno risolti nodi cruciali che da tempo creavano dei colli di bottiglia con crescenti disagi per aziende e singoli automobilisti.

Le richieste del sistema produttivo sono state ascoltate e il confronto con l’amministrazione comunale di Busto Arsizio e, in particolar modo con l’assessore all’Urbanistica Giorgio Mariani, ha portato al risultato sperato. E di ciò si avvantaggeranno non solo le imprese, ma tutti i cittadini dell’area e i molti pendolari. È giusto, dunque, riconoscere l’impegno e la velocità con cui si sono mosse le istituzioni con sensibilità e capacità di ascolto".

Conclude Grassi: "Auspichiamo che i lavori possano procedere nei tempi stabiliti e che la loro realizzazione porti benefici allargati anche su un altro asse particolarmente delicato e trafficato, quello tra Busto Arsizio e Cassano Magnago, sulla cui situazione avvieremo presto un tavolo di discussione specifico con le amministrazioni interessate. Affrontare e risolvere queste questioni per noi vuol dire concretizzare l’obiettivo che ci siamo posti con il Piano Strategico #Varese2050 di fare del settore logistica e trasporti un driver di sviluppo per tutto il territorio. Ogni tessera del puzzle concorre a questo scopo da cui dipende la competitività della nostra provincia".