Appello al tredicenne sparito "Santosh, torna a casa Mamma e papà ti aspettano"

Continuano le ricerche, il ragazzino si è allontanato da casa otto giorni fa

Appello al tredicenne sparito  "Santosh, torna a casa  Mamma e papà ti aspettano"

Appello al tredicenne sparito "Santosh, torna a casa Mamma e papà ti aspettano"

"Torna a casa. Mamma e papà ti aspettano". Lo zio di Santosh, il giovane di Ferno scomparso la notte tra il 23 e 24 agosto, lancia un appello pubblico direttamente al tredicenne: "Io e la zia Alessandra ti porteremo ancora a Milano, al Castello Sforzesco e al luna park di Parco Sempione. Per scattare altre foto" spiega lo zio paterno, Giuseppe Blumetti. Non ci sono tracce del ragazzo scomparso nel nulla da giorni dopo un allontanamento volontario. I familiari sono tutti impegnati nelle ricerche, compreso il padre che continua a girare in tutta la zona fra luoghi pubblici, parchi e supermercati. "Purtroppo non abbiamo novità - spiega il sindaco di Ferno, Sarah Foti -. Abbiamo ricevuto segnalazioni ma nulla di concreto che possa portare al ritrovamento del ragazzo. In questo momento, più che mai, sono fondamentali le segnalazioni e le informazioni utili e concrete da comunicare ai carabinieri". Oggi è l’ottavo giorno che Santosh manca da casa ed è stata sospesa la procedura di ricerca di persona scomparsa attivata nei giorni scorsi dalla Prefettura. Le indagini restano ora nelle mani dei carabinieri e polizia locale che stanno collaborando attivamente coi volontari per rintracciarlo. Si sta lavorando su alcune segnalazioni pervenute nei giorni scorsi da fuori Ferno, dalla provincia e non e sono iniziati in queste ore gli appelli accorati al ragazzo con i mezzi a disposizione. "Anche noi qui a Ferno ti aspettiamo. Lunedì ricomincia il centro estivo. Gli educatori e i tuoi compagni non vedono l’ora di abbracciarti" spiega il sindaco. Santosh è alto 1,65 ed è di corporatura robusta e dimostra più di 13 anni. Ha l’aspetto di un 16 enne, forse 17enne. Quando se n’è andato indossava una maglietta bianca e dei pantaloncini corti neri. Ai piedi ha un paio di ciabatte di gomma da giardino verde chiaro. Portava una borsa a tracolla marrone: la custodia della macchina fotografica - la sua passione - che ha portato con sé. Inoltre aveva un waveboard nero. Da una settimana le indagini dei carabinieri di Ferno e della compagnia di Busto Arsizio procedono senza sosta e sono state diffuse le foto del giovane ovunque. Importanti adesso sono le segnalazioni. "Ho scritto anche a “Chi l’ha visto?” Per noi della famiglia sono giorni di forte stress". Per ogni dettaglio o segnalazione è possibile chiamare il numero dei carabinieri: 0331668055. Sui social è arrivato anche l’appello della madre: "Chiedo a tutti di non chiamarmi perché il mio telefono deve essere libero. Vi chiedo rispetto per la nostra situazione, so che mi siete vicini. Chi avesse notizie chiami esclusivamente i carabinieri".Ch.S.