Alto Varesotto flagellato. Torrenti esondati, alberi caduti. Tre famiglie evacuate

Una tromba d’aria ha colpito la zona tra Busto Arsizio, Lonate Pozzolo e Samarate. Chiusa per ore la statale 344 a Cremenaga, a Gavirate il lago ha inghiottito la pista ciclabile.

Ancora una notte di maltempo nel Varesotto con i vigili del fuoco chiamati a intervenire in vari comuni per allagamenti, alberi caduti e smottamenti. Attenzione anche ai laghi di Varese e Verbano, il cui livello si è alzato ancora. Ieri il Maggiore ha superato la soglia di allerta, dopo le forti piogge e gli afflussi di torrenti e fiumi in piena. A Gavirate il lago di Varese ha inghiottito la passerella in legno della Canottieri e la pista ciclopedonale.

La pioggia caduta abbondantemente e le raffiche di vento hanno provocato danni dalla mezzanotte di domenica a ieri mattina: oltre 70 le richieste al centralino del comando provinciale. Colpita, con forti raffiche di vento, soprattutto la zona dell’Alto Varesotto, con i vigili del fuoco del Distaccamento di Luino impegnati a tagliare piante cadute e a liberare le strade dal materiale franato con gli smottamenti.

In particolare le squadre hanno operato tra Luino, Mesenzana, Dumenza, Orino, Cuvio e Montegrino. A Leggiuno, a titolo precauzionale, sono state evacuate tre famiglie a causa dell’ingrossamento di un corso d’acqua; nel tardo pomeriggio di Pasqua le squadre erano intervenute per l’esondazione del torrente Viganella in un cantiere nei pressi del viadotto ferroviario.

Nel Luinese chiuse una strada, da Colmegna a Dumenza, e per alcune ore la statale 344 a Cremenaga, in entrambe le direzioni, per frane. Ma sono soprattutto gli alberi ad aver creato problemi, caduti anche su cavi elettrici. A Luino in via Turati si è aperta una voragine in un giardino privato, il dissesto minaccia la vicina centrale dell’Enel, nel pomeriggio una violenta grandinata ha fatto ulteriori danni. Interventi sono stati richiesti anche a Varese, dove ieri mattina i vigili del fuoco in via Caracciolo a Masnago, chiusa in direzione Casciago per consentire le operazioni, hanno messo in sicurezza il tetto di un condominio. Nel capoluogo sono caduti i cartelli della nuova rotonda in largo Flaiano, all’ingresso della città.

Non è andata meglio tra sabato e domenica. A Gavirate, nella tarda serata di sabato, si è aperta una voragine profonda sei metri a ridosso di un’abitazione di via Rovera, costringendo ad allontanare tre persone. Una violenta tromba d’aria ha interessato invece la zona tra i comuni di Busto Arsizio, Lonate Pozzolo e Samarate, una trentina le richieste di intervento per strade bloccate e alberi caduti, ma fortunatamente non si sono registrati feriti.