Alla Schiranna tornano le gare di alto livello

A Varese si svolgono i Campionati italiani di canottaggio con oltre 1000 iscritti da tutta Italia. Nonostante le avverse condizioni climatiche, l'evento si svolge con successo. Prossime competizioni in programma alla Schiranna.

Alla Schiranna tornano le gare di alto livello

Alla Schiranna tornano le gare di alto livello

Dopo la tappa della Coppa del mondo di canottaggio dello scorso aprile la Schiranna torna ad ospitare un altro grande evento remiero. Nelle giornate di ogg e domani sarà il Lago di Varese il campo gara dei Campionati italiani senior, Pesi leggeri, Under 19 e Pararowing. "Avremo oltre un migliaio di iscritti per un centinaio di società da tutta Italia e il livello di competizione sarà inevitabilmente alto", annuncia il direttore generale della Canottieri Varese Pierpaolo Frattini, che esprime un ringraziamento per lo staff per il contributo dato al fine di garantire la perfetta riuscita dell’evento nonostante le condizioni climatiche avverse tra le continue piogge e il lago ancora alto.

A presentare il weekend è anche il presidente della Federazione italiana canottaggio Giuseppe Abbagnale. "Ai campionati mancherà la squadra olimpica, che si sta preparando per Parigi 2024, ma garantisco personalmente che vedremo regate spettacolari". E non finirà tutto domenica: anche le prossime settimane vedranno altre competizioni importanti alla Schiranna. Tra il 5 e il 7 luglio si svolgerà il Festival dei Giovani, mentre il weekend del 13-14 luglio sarà la volta dei Campionati italiani U23, U17 ed Esordienti. Questo fine settimana alle gare si affianca un progetto capace di unire sport e sociale, con le regate finali di "Remare in Libertà", iniziativa rivolta a minori e giovani adulti in carico ai servizi della giustizia minorile e agli uffici di servizio sociale per i minorenni. Un progetto di Fic, Sport e Salute e Dipartimento per lo Sport della Presidenza del Consiglio. Importanti i numeri, con un totale di 10.220 presenze per 86 corsi ed eventi in 14 regioni.

Lorenzo Crespi