Mantova alla sfida verità. Il ritorno parte a Padova

Il posticipo di lunedì all’Euganeo vedrà di fronte la seconda contro la prima. Possanzini con Bombagi in più dal mercato e il solo Suagher a parte.

Mantova alla sfida verità. Il ritorno parte a Padova

Mantova alla sfida verità. Il ritorno parte a Padova

La prima giornata di ritorno del girone A di serie C prenderà il via sabato 6 gennaio, ma senza dubbio il match clou di questo primo turno del 2024 è uno dei due postici di lunedì 8, visto che alle 20.45, allo Stadio Euganeo si ritroveranno di fronte Padova e Mantova, la seconda che ospita la prima, per un duello diretto che può già scrivere una pagina più che importante nella corsa verso l’unico posto che vale la promozione in serie B. In effetti al giro di boa i virgiliani godono di quattro punti di vantaggio sui biancoscudati e se i veneti sperano di ridurre in modo significativo le distanze, è chiaro che la squadra di mister Possanzini, in caso di vittoria, potrebbe consolidare in modo prezioso il suo primato solitario. Una sfida che può valere un’intera stagione, in vista della quale la capoclassifica non ha voluto lasciare nulla di intentato pur di farsi trovare nelle condizioni ideali all’appuntamento della verità. In questi giorni, infatti, capitan Burrai e compagni si stanno preparando nel silenzio e nella quiete di Veronello, lontani da occhi indiscreti, anche nella speranza di poter ripetere i benefici effetti ottenuti dal ritiro precampionato dalla confortevole struttura scaligera. Un lavoro, quello che stanno portando avanti Possanzini e i suoi giocatori, che procede a ritmo sostenuto e sostanzialmente senza intoppi.

Al momento il solo Suagher continua ad allenarsi a parte, mentre tutto il resto del gruppo sta lavorando compatto, compresi Giacomelli, che dovrebbe essere pienamente recuperato, e il nuovo arrivato Bombagi, che con la riapertura del mercato di gennaio ha salutato il Catanzaro per iniziare una nuova avventura con il Mantova. Possanzini ed i suoi, che sperano di poter ricevere un sostegno importante dalla propria tifoseria (ormai da diversi giorni mobilitata per recuperare un adeguato numero di biglietti per assistere al big-match), sono consapevoli dell’importanza della posta in palio in questa prima gara del nuovo anno. Il primo obiettivo è quello di confermare il gioco e lo spirito che hanno condotto il Mantova in vetta alla classifica, senza lasciarsi tentare da condotte utilitaristiche, nella convinzione che, in fin dei conti, un pareggio potrebbe rivelarsi favorevole agli ospiti. I virgiliani sono decisi a dimostrare, proprio in casa dell’avversario più accreditato, le qualità valse lo splendido girone di andata, che ha fatto sembrare lontane anni luce tutte le sofferenze della scorsa stagione. Un’annata, conclusa con una retrocessione cancellata in estate dalla riammissione che a Mantova vogliono onorare fino in fondo.