DIGIULIANA LORENZO
Sport

La notte dei campioni. Il Csi premia i cuori sportivi

Tanti i riconoscimenti ai club lombardi, sul palco anche gli atleti della Powervolley. Discobolo al Merito a Giulio Mola per aver promosso e divulgato i valori educativi.

La notte dei campioni. Il Csi premia i cuori sportivi

La notte dei campioni. Il Csi premia i cuori sportivi

di Giuliana Lorenzo

"Notte di sogni, di coppe e di campioni", cantava Venditti e la frase si addice perfettamente alla serata organizzata dal Csi Milano, all’insegna della celebrazione di vittorie, ma soprattutto dei valori che insegna lo sport. All’Auditorium Testori, a Piazza Città di Lombardia, è andato in scena, lunedì, il primo dei tre appuntamenti della “Notte dei Campioni”. Un tempo si chiamava Gran Galà, adesso ha cambiato nome mantenendo la propria matrice.

Il Centro sportivo italiano di Milano, da anni, organizza un evento per premiare tutte le squadre arrivate prime nel proprio campionato, che però, non avendo finali dirette da disputare, non hanno ricevuto il giusto tributo sul campo. Per il 2023, l’onore spetta a 80 team che si vedranno consegnare ben 100 trofei. Dopo la serata di lunedì l’appuntamento è per oggi e domani al Salone PioXII (Via Sant’Antonio 5). La prima è andata in scena sotto gli occhi di diverse autorità e istituzioni sportive. Su tutte il presidente del Csi Milano, Massimo Achini con i vertici regionali, il numero uno del Coni Lombardia, Marco Riva (col vice Claudio Pedrazzini) e Lara Magoni, sottosegretario con delega Sport e Giovani della Regione Lombardia a far gli onori di casa.

Tantissime, già il 25 settembre, le società premiate. Su tutte a livello nazionale la squadra di calcio a 11, juniores, di Ussa Rozzano, la società allievi di calcio a 7, Rosario 2007, l’Under 12 di basket di S. Giuseppe Arese Sg.Sport Blu. Tra i riconoscimenti il “Discobolo al Merito“ del Csi attribuito a Giulio Mola, Responsabile delle pagine sportive de “Il Giorno”, per aver dedicato spazio e importanza ai valori promossi dal Centro sportivo italiano, "favorendone lo sviluppo e promuovendo la sua proposta sportiva ed educativa". Infine, sul palco sono saliti, in rappresentanza della Powervolley, Marco Vitelli e Matej Kaziyski per l’impegno della società e "per essere campioni nella vita e buoni maestri per i ragazzi e i giovani", ha spiegato Achini.

Entusiasta la Magoni che su Facebook ha scritto: "Ho provato a trasmettere agli atleti i valori dello sport. Gli insegnamenti di vita che ho scoperto durante la mia carriera (ex sciatrice, ndr): la forza di non arrendersi mai, l’attitudine alla fatica e al sacrificio, la professionalità; tutto questo per inseguire i nostri obiettivi e sogni. Lo sport è fatto di tante sconfitte e poche vittorie, ma più delle medaglie, conterà non essersi mai arresi, aver continuato a correre nonostante tutto, facendo battere i cuori degli appassionati e delle persone che ci vogliono bene". Orgoglioso pure Achini che ha ricordato il numero record di iscrizioni di quest’anno, al Csi, ovvero 2.519 squadre che affronteranno oltre 52.000 partite e che ha sottolineato come anche la sconfitta possa essere occasione di crescita e insegnamento.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su