Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
14 apr 2021
cristiana mariani
Spettacoli
14 apr 2021

"Lol - Chi ride è fuori", seconda stagione: il cast

Cosa sappiamo della seconda stagione dello show più visto di Amazon Prime Video

14 apr 2021
cristiana mariani
Spettacoli
Foto: Amazon Studios
Concorrenti e giudici (Amazon Studios)
Foto: Amazon Studios
Concorrenti e giudici (Amazon Studios)

Il successo televisivo del 2021, seppure siamo soltanto a un terzo di anno solare, ha già un nome. Anzi, tre lettere: "Lol". La prima stagione di "Lol-Chi ride è fuori" è risultata, per stessa ammissione di Amazon, lo show più visto di Amazon Prime Video. Bella forza, Amazon Prime Video non è di certo un contenitore di show come possono essere le tv generaliste. Anzi. A dire il vero, i diritti acquisiti da questa rete per programmi che non siano film, cartoni animati o serie tv sono decisamente esigui. Rimane il fatto che nell'epoca dei social network a contare maggiormente sono le interazioni fra utenti, che poi inevitabilmente generano traffico, visualizzazioni e share. Numeri che potrebbero apparire effimeri, ma che in realtà sono indispensabili per attirare investitori pubblicitari. E da questo punto di vista la prima stagione di "Lol-Chi ride è fuori" si è rivelata una vera gallina dalle uova d'oro.

Il nome

Cosa significa "Lol"? Semplice, "Lot of laughs" ovvero letteralmente "un sacco di risate". Il termine "lol" era utilizzato agli albori di internet. Anzi di Usenet, il network che è nato negli anni Ottanta e che è stato di fatto il papà di internet. Ai tempi si inviavano solo brevi messaggi e la maniera "nerd" per indicare una reazione di contentezza era proprio l'acronimo "lol". Che è giunto sino ai giorni nostri, rappresentando una sorta di filo rosso fra l'inizio del web e il mondo di internet evoluto come lo utilizziamo oggi.

Il format

Quello di "Lol-Chi ride è fuori" è un format che richiama in qualche modo quello di "Buona la prima", programma andato in onda alcuni anni fa sulle reti Mediaset. Anche lì a farla da padrona era l'improvvisazione, anche se nel caso dello show di Amazon Prime Video le variabili sono differenti. Inoltre qui c'è il gioco, ovvero il fatto che i dieci partecipanti vengono a poco a poco eliminati se accennano una risata e alla fine si ottiene un vincitore.

Le critiche 

"Alcune battute dei comici in gara arrivano da puntate straniere del format": questa è la critica che è stata mossa più smesso negli ultimi giorni alla versione italiana del programma. E in effetti, trattandosi di un format internazionale, non si può pensare che tutto sia originale e inedito. Così come non lo era nella fiction "I Cesaroni", che arrivava da un format spagnolo, e così come non lo è ad esempio in "Shameless", serie tv che ha vissuto la propria monumentale fortuna nella versione americana successiva a quella inglese. Eppure la trama è simile fra le due versioni. A fare la differenza sono gli interpreti. Che hanno arricchito con le loro individualità la trama, rendendola unica. Così è avvenuto anche per il programma firmato Endemol Shine e andato in onda su Amazon Prime Video: i comici potevano attingere da un serbatoio di battute "standard", ma lo spazio all'improvvisazione non è mancato.

La seconda stagione

La pandemia ancora in corso sta rendendo difficoltoso immaginare di rimettere in piedi in tempi brevissimi una produzione che prevede la partecipazione di un cast così nutrito. Quel che è certo è che a chiedere che una seconda stagione venga realizzata sono moltissimi fan sui social network e, se è vero che serie tv del calibro di "Pretty little liars" e "The walking dead" hanno dovuto la loro longevità proprio alle richieste dei fan, di certo Endemol e Amazon non potranno non tenere in considerazione il successo del programma.

Il cast della seconda stagione

Detto che ancora non è neppure stata programmata una seconda stagione di "Lol", anche il cast non è per ora definito. Qualche nome però verrebbe spontaneo farlo, anche solo per immaginare come potrebbe essere. Pensando a comici "tradizionali", verrebbero in mente personaggi come Max Pisu, Stefano Chiodaroli, Debora Villa, Dado. Passando al web, ecco l'ironia dei fratelli Fabrizio e Claudio Colica. In qualità di "grande vecchio" potrebbe invece essere sul palco Claudio Bisio. Nel cast dei sogni però ci sarebbero anche nomi maggiormente altisonanti: Paola Cortellesi, Virginia Raffaele, Lucia Ocone, Alessandro Bergonzoni - uno che con le parole potrebbe incantare per una settimana intera senza pause -, Corrado Guzzanti, Luciana Littizzetto, Ale e Franz. D'altro canto, sognare non costa nulla.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?