Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 mag 2022

Giulia Penna e le sue 'Lacrime dolci': "Il brano fotografa un momento della mia vita"

La giovane cantante romana presenta la sua ultima canzone e sceglie di farlo a maggio, mese dedicato al benessere psicologico. Ecco perché

17 mag 2022
marion guglielmetti
Spettacoli
featured image
Giulia Penna
featured image
Giulia Penna

Milano, 18 maggio 2022 - Dopo il successo ottenuto grazie a Savana”Superstiti” e "Amore al quadrato", la giovane cantante romana Giulia Penna  torna con Lacrime Dolci”. E sceglie maggio per presentare il nuovo brano, mese dedicato al benessere psicologico. Sì, perché spera che il suo nuovo singolo, dietro alla metafora del racconto di una storia d'amore, possa essere un invito a non avere paura di chiedere aiuto nei momenti in cui ci sentiamo più fragili e vulnerabili.

Come nasce Lacrime Dolci?
"Lacrime Dolci nasce in maniera molto spontanea. Il testo è arrivato di getto, seguendo un flusso di coscienza di ciò che stavo vivendo in quel particolare periodo della mia vita. In studio, insieme a Federico Baroni e Gianmarco Grandi, l'abbiamo chiuso in un pomeriggio".

Una sorta di sfogo?
"Diciamo di sì. Ho capito solo dopo quello che avevo scritto. Quelle parole mi erano uscite dal cuore senza quasi rendermene conto".

Di cosa parla il brano?
"Questo pezzo fotografa un particolare momento della mia vita e tutto il dolore a cui è legato. Il brano parla di una storia d’amore, all’interno della quale ho minuziosamente nascosto gioie e dolori".

Per questo lacrime dolci?
"Le lacrime sono dolci perché a volte non riusciamo a fare a meno di quel dolore che chiamiamo amore. Non riusciamo a fare a meno di una relazione o di un rapporto sbagliato che possiamo avere con noi stessi o con gli altri".

Come ha superato questo momento difficile?
"Ho chiesto aiuto e ho intrapreso la stada della terapia".

Ma non è sempre facile...
"E' importante chiedere aiuto perché questa cosa fa bene a te stesso e ti fa crescere. E' difficile perchè ancora oggi c'è il pregiudizio che se chiedi aiuto c'è qualcosa che non va in te, ma in realtà è giusto e va bene così, essere fragili non significa essere deboli, ma anzi chiedere aiuto significa essere forti".

E Giulia è cresciuta?
"Decisamente sì. Ho imparato a conoscere di più me stessa e a volermi bene. Ho scoperto degli aspetti che neppure io sapevo di avere e oggi sono felice e soddisfatta della donna che sono".

Quindi la canzone vuole anche lanciare un messaggio
"La mia esperienza potrebbe essere simile a quella di altre persone. Spero di poter esser d'aiuto a chi sta soffrendo e non si sente ascoltato ma, allo stesso tempo, non riesce a chiedere aiuto".

Cos'è per lei l'amore?
"L'amore è la mia roccia. E' qualcosa a cui non rinuncerò mai".

Giulia è innamorata?
"Sì, ho una persona accanto che mi sostiene ed è felice se io sono felice. Ovviamente la stesso vale per me. La carriera è importante, ma vuoi mettere quando hai qualcuno con cui condividere un successo? E' tutto raddoppiato".

Con la notorietà sono cambiati i suoi rapporti di amicizia e amore?
"Sono sempre stata una persona socievole e solare a cui piace la compagnia. Ma nelle amicizie sono molto selettiva. I miei veri amici si contano sulle dita di una mano".

Che rapporto ha con la musica?
"È profondo e intimo. È ciò che mi solleva dal quotidiano. È il modo migliore per sfogarmi ed evadere da paure e ipocondrie. La musica è il pianeta dove mi rifugio quando ho bisogno di scappare dalla realtà. E' anche la mia migliore amica: mi dà tanto e io le devo tanto".

Giulia, più cantante o più youtuber?
"Sono una cantante da sempre. La musica è parte della mia vita da quando sono bambina: ho studiato canto e ho imparato a suonare la chitarra e il pianoforte. Ho partecipato al Festival di Castrocaro e ho fatto numerosi provini in questo ambito. Poi, il debutto sul web è arrivato con Youtube, ma mi sento più una creator visto che creo contenuti su diverse piattaforme".

Come ha iniziato sul web?
"Ho cominciato su Facebook, quando quel social era il top del top di viralità. Ho iniziato cantando brani riscritti in dialetto romano. Dal momento in cui ho iniziato a prendermi meno seriamente, i miei contenuti sono diventati virali, così ho cavalcato l’onda continuando a realizzare clip simpatiche, poi mi sono spostata su Instagram e su TikTok".

Romana di nascita ma milanese di adozione
"Roma è il mio cuore e la mia casa, Milano la mia vita. E' una città nella quale vivo da cinque anni e ci sto bene. E' europea, super giovane e offre tantissime opportunità".

Milano, la città dove qualche giorno fa ha presentato dal vivo Lacrime Dolci
"Era tutto organizzato alla perfezione, ma ero comunque molto agitata. Sono venute tantissime persone e mi sono resa conto di quanti mi vogliono bene e tengono a me".

Un live dopo tanto tempo...
"Non potevo crederci, non vedevo l'ora di farne uno. La pandemia ci ha tenuto fermi troppo tempo: avevo bisogno di cantare e sentire il calore del pubblico. E' stato bellissmo sentire cantare il mio brano, mi sono sentiva avvolta da grande energia e affetto".

Progetti futuri?
"Prima dell'estate farò uscire un altro singolo. Ma in cantiere ci sono anche altri progetti che, per scaramanzia, preferisco non rivelare. Li scoprirete seguendomi sui mie canali social. Vi aspetto!"

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?