Sboccia “Flora et Decora“. L’orgoglio della bellezza

All’Arco della Pace la 17esima edizione della manifestazione a ingresso libero. Lezioni di florovivaismo e civiltà, incontri, riflessioni per una società consapevole.

Sboccia “Flora et Decora“. L’orgoglio della bellezza

Visitatori tra gli splendidi “giardini“ nella scorsa edizione di Flora et Decora

La bellezza dei monumenti storici incontra il verde, l’artigianato e l’enogastronomia: tutto in una tre giorni che a Milano regalerà dibattiti, lezioni e degustazioni imperdibili. La 17esima edizione di Flora et Decora, dal 5 al 7 aprile, sarà ricca di verde e bellezza, ma offrirà anche spunti di riflessione e dibattito ai cittadini. In un nuovo palcoscenico, l’Arco della Pace in Piazza Sempione, un’icona di storia e bellezza per la tre giorni dedicata al verde, all’artigianalità e alla qualità Made in Italy.

La manifestazione ospiterà 70 espositori dalla Lombardia come da altre parti d’Italia, suddivisi nelle tre classiche sezioni della mostra: FLORA, dedicata al florovivaismo, e DECORA, con la sua ampia selezione di artigiani, oltre a RISTORA, dedicato all’enogastronomia d’eccellenza.

Da venerdì 5 a domenica 7 aprile accesso libero dalle 10 alle 20 nei primi due giorni, fino alle 19 domenica. Come gratuiti saranno gli eventi e i seminari che arricchiranno la manifestazione. Tra questi la “Garden school“ ideata dall’organizzatore di Flora et Decora, Lamberto Rubini, e coordinata dal giornalista del verde e dell’ambiente Gaetano Zoccali. Tornano le visite guidate organizzate da Artema nei luoghi storici vicini alla manifestazione, come il parco Sempione, il Castello Sforzesco e l’Arena Civica. E si conferma la collaborazione con l’Associazione "Amici della Nave", impegnata in attività di recupero e inclusione rivolte a detenuti ed ex.

Gli eventi. Si comincia venerdì (17.30-19) con la tavola rotonda su “La città resiliente. Una metropoli accogliente per gli uomini e per la natura“, con Rubini, l’assessora al Verde Elena Grandi, l’"Angelo dei Navigli" Simone Lunghi, l’agronomo Vittorio Peretto e lo scrittore Andrea Kerbaker. Sabato alle 11 “I gerani resistenti alle malattie e le nuove petunie a prova di caldo“, alle 12 “I fiori facili di una volta“, a cura di Giulia Trentin; alle 15 “ Non solo spine! Scopriamo insieme i cactus da fiore da tenere in balcone“, a cura di Cipriano De Vito, e un’ora dopo “Tuttodalie: le più belle varietà da piantare ora“ per Rosanna Foresti Nicoletti. Si chiude alle 17 con “L’orto in balcone: tutto quello che c’è da sapere“ con Massimiliano Marzorati. Domenica alle 11 “Dall’argento di elicrisi e santoline al blu di lavande e rosmarini: il fascino mediterraneo in terrazzo“ con Monica e Angelo Paolo Ratto; alle 12 i segreti della Cannabis sativa svelati da Domenico Sala, alle 15 “Farfalle urbane: la bellezza mette le ali anche su balconi e davanzali“ a cura di Jonathan Gallesi, e cala il sipario alle 16 con “I ricci in città, dopo il precoce risveglio di primavera“, consigli del veterinario Massimo Vacchetta.