FULVIO D'ERI
Economia

Sondrio incassa i soldi dalle aziende dell’energia ed evita di alzare le tasse comunali

La Regione Lombardia ha girato al Comune una parte delle risorse ricevute dalle società idroelettriche produttrici di kilowattora sul territorio. Evitata così una stangata

L’assessore al Bilancio del Comune di Sondrio, Ivan Munarini

L’assessore al Bilancio del Comune di Sondrio, Ivan Munarini

A Sondrio tariffe invariate per le tasse comunali… grazie ai soldi "girati" all’ente dalla Regione e recuperati tra i fondi ricevuti dalle aziende produttrici di energia elettrica presenti sul territorio. Il 2023 è iniziato sotto buoni auspici per i residenti nel Comune di Sondrio che possono contare su tariffe comunali invariate rispetto al 2022 e su contributi per pagare le bollette elettriche.

Un aiuto straordinario che li pone in una situazione privilegiata, condivisa con tutti i residenti in Valle, rispetto al resto d’Italia dove i rincari energetici hanno costretto molti Comuni ad aumentare le imposte. I soldi arrivano dalla Regione Lombardia che ha destinato alla Provincia e ai Comuni le risorse aggiuntive incassate dalle aziende idroelettriche per l’energia gratuita.

A beneficiarne sono le utenze pubbliche e domestiche per un risparmio effettivo, diretto o indiretto, per i cittadini. Il Comune di Sondrio, grazie agli oltre 300mila euro da Regione, è riuscito a pagare le bollette per scuole e palestre e una parte delle spese per l’illuminazione pubblica senza dover incidere sulle imposte rimaste invariate.

"I rincari sono stati notevoli e ci avevano messo in seria difficoltà - spiega l’assessore al Bilancio, Ivan Munarini -: nel 2022 le bollette pagate dal Comune sono aumentate rispetto al 2021. Il contributo che la Provincia ci ha assegnato utilizzando i trasferimenti della Regione è stato fondamentale e siamo riusciti a chiudere il bilancio in pareggio, senza incidere sulle imposte comunali. Mantenere i conti in ordine è importante per un ente pubblico, soprattutto per non gravare sui cittadini: aver confermato le vecchie tariffe per Imu, Tari, Tosap e le altre tasse comunali, in una fase così difficile, è stato un grande successo. Oltre agli aiuti di cui potranno beneficiare le famiglie che faranno salire potenzialmente fino a oltre 900 mila euro il contributo per la città".

Ai fondi versati direttamente al Comune, infatti, si aggiungono i contributi una tantum per le bollette del 2021 destinati alle famiglie con reddito Isee fino a 30 mila euro: in vista della scadenza del 28 febbraio, sono iniziate a pervenire le domande di contributo. Sul sito internet www.comune.sondrio.it si possono scaricare il bando e la modulistica. Per informazioni è possibile chiamare lo 0342 526284 o scrivere a energia@comune.sondrio.it.