Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
14 giu 2022

Villongo cambia colore Centrodestra dopo 10 anni

Ribaltone soltanto in tre Comuni sui 17 al voto nella Bergamasca . Due le donne elette: Antonella Sesana a Cisano e Federica Cadei a Sovere

14 giu 2022
michele andreucci
Cronaca
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative
Un seggio dove domenica si è votato per il referendum e le amministrative

di Michele Andreucci

Sono tre i ribaltoni usciti dalle urne elettorali dei 17 Comuni della Bergamasca che domenica hanno votato per l’elezione del nuovo sindaco: a Brembate di Sopra si è affermata la lista civica di Tiziano Ravasio che ha battuto il centrodestra. Ma la vera sorpresa si è registrata a Villongo: dopo 10 anni di guida a centrosinistra, torna a vincere lo schieramento di centrodestra con il giovane avvocato leghista Francesco Micheli che strappa la vittoria al vicesindaco Mario Ondei, un risultato per nulla scontato. A Cisano Bergamasco, infine, prevale la lista “Vivi amo Cisano“ di Antonella Sesana sulle Lega di Pietro Isacchi, che era dato per favorito. Due sole le donne che vestiranno la fascia tricolore: oltre alla già citata Sesana, Federica Cadei a Sovere. A Nembro, il centro più grosso al voto, i cittadini hanno regalato il quinto mandato esecutivo alla lista civica di “Paese vivo a Nembro“: Gianfranco Ravasio proseguirà l’attività amministrativa di Claudio Cancelli, il primo cittadino che ha dovuto affrontare più di altri l’epidemia Covid-19 in Valle Seriana.

È a Curno, invece, che si è affermato il sindaco più giovane di questa tornata elettorale nella Bergamasca: ha vinto Andrea Saccogna, 26 anni, figlio della sindaca uscente Luisa Gamba. Luigi Mazzucotelli con il 66,13% delle preferenze, come era nelle previsioni, è stato riconfermato primo cittadino di Blello, il comune più piccolo fra le realtà italiane alle urne domenica (126 abitanti).

Riconferma anche ad Averara per il sindaco uscente Mauro Egman (ha ottenuto 68 voti ed è stato scelto dal 73% dei suoi concittadini). E veniamo ad Arzago, dove Ugo Rivabene (Paese Nuovo), con il 74,25%, succede all’ex segretario provinciale del Pd Gabriele Riva (che non si era presentato, dopo aver guidato il paese per 15 anni). A Calusco confermato Michele Pellegrini con 2.007 voti (61,3%). Maurizio Esti riconquista la fascia a Solto Collina (51,46%). Carona ha invece un nuovo sindaco: è Aldo Ruffini che ha ottenuto il 61,17% delle preferenze. A Fornovo il nuovo primo cittadino è Fabio Carminati. A Mozzo la poltrona di sindaco se l’è aggiudicata Gianluigi Ubiali (58,75%), mentre Marco Gallizioli si è confermato primo cittadino di Leffe. Gianfranco Biffi resta alla guida di Villa d’Adda. A Gandino, infine, Filippo Servalli, ha ottenuto la vittoria ai danni di Pietro Nodari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?