Avvistamenti ufo in Valmalenco
Avvistamenti ufo in Valmalenco

Sondrio, 31 ottobre 2019 - Nuovo avvistamento di ufo in Valtellina, a renderlo pubblico Aria, l’Associazione ricerca italiana aliena, che è stata chiamata ad indagare sul caso definito «straordinario». A contattare l’associazione fondata dell’ufologo ligure Angelo Maggioni è una testimone che, in un pomeriggio di questo mese di ottobre, aveva appena scattato due foto particolari a Montagna in Valtellina. «La zona è ampiamente discussa e conosciuta nel mondo ufologico proprio per via dei vari fenomeni presenti in tutta l’area di Sondrio e della Valmalenco – spiega Maggioni -. È, però, anche teatro di molti fake, specialmente quelle foto con presunti alieni sulla riva del lago o tra le rocce, vere bufale fatte ad opera d’arte. Questo rischia di inficiare o ridicolizzare il fenomeno reale che si manifesta nella vallata».

Una questione complessa. «Ci troviamo davanti a un fenomeno certamente reale ma impregnato anche di palesi falsi – spiega infatti l’ufologo -. Come se non bastasse, ci troviamo quasi certamente davanti anche a livelli di tecnologia avanzata militare con lo scopo di studiare e intercettare gli ufo. Dobbiamo tener conto della base di montaggio degli F35 situata a Cameri (Novara), che non solo assembla gli F35 ma sarebbe paragonabile a una sorta di Area 51 italiana, verrebbero testati anche prototipi top secret che, si ipotizza, sarebbero usati proprio per “cacciare” i cosiddetti ufo». Quindi gli oggetti anomali fotografati a Montagna potrebbero essere ufo o prototipi “caccia-ufo”. «Risultano luminosi e sembrano essere avvolti da una particolare energia (plasma) che potrebbe servire per non essere intercettati».