Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Spaccio, un arresto e una denuncia Grazie all’aiuto del cane antidroga

Gli affari sporchi fra il Lario la bassa Valtellina . I carabinieri hanno sequestrato. anche denaro e telefoni

Al blitz contro lo spaccio anche il Nucleo cinofili di Orio al Serio
Al blitz contro lo spaccio anche il Nucleo cinofili di Orio al Serio
Al blitz contro lo spaccio anche il Nucleo cinofili di Orio al Serio

Si erano dati appuntamento per discutere di "affari" e invece sono finiti uno in manette e l’altro denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti due pusher di 50 e 65 anni fermati dai carabinieri. L’ennesimo colpo messo a segno nell’arco di pochi giorni dagli uomini del Nucleo investigativo di Sondrio che teneva d’occhio i due già da tempo. Così quando Massimiliano Fumagalli, 50 anni nato a Seregno e residente a Colico, si è incontrato con il sessantacinquenne extracomunitario che risulta domiciliato a Dervio, all’appuntamento si sono presenti anche i militari in compagnia del Nucleo cinofili di Orio al Serio e dei colleghi di Chiavenna e Lecco. Già nel corso di una prima perquisizione dalle tasche di Fumagalli sono spuntati 1.000 euro e due telefoni cellulari, mentre al "collega" che vive tra Dervio e Milano i carabinieri hanno sequestrato 1.500 euro e 6 telefoni. A questo punto sono scattate le perquisizioni domiciliari: a Colico nell’abitazione del cinquantenne sono stati recuperati 6 etti di hashish e altri 4 di marijuana, oltre a due telefoni e materiale per confezionare la droga, mentre a Dervio nell’abituazione dell’altro fermato sono stati trovati 3,5 grammi di cocaina, sostanza da taglio, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e altri sei cellulari. L’arrestato è stato portato nel Lecco a disposizione della procura in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?