Quotidiano Nazionale logo
29 mar 2022

Muore soffocato dalla neve davanti alla figlia: tragedia a Trepalle

Il drammatico incidente sul monte Forcellina. La vittima era un cuoco

michele pusterla
Cronaca
featured image
Soccorsi

Livigno (Sondrio), 29 marzo 2022  - Un’altra disgrazia in alta montagna, la cui dinamica è ancora da chiarire e di cui ieri è stato letteralmente impossibile avere una minima informazione da parte di chi ci risulta abbia operato, ossia il Sagf-Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Dalle poche notizie diffuse da Areu (Agenzia regionale emergenza e urgenza) due escursionisti, che abbiamo poi appreso essere entrambi sci-alpinisti, padre e figlia di 62 e 30 anni, mentre erano impegnati in ambiente innevato sul monte Forcellina, nel versante di Trepalle, in territorio comunale di Livigno, al confine con quello di Valdidentro, a un certo punto sono scivolati sulla neve per diverse decine di metri.

Il genitore, Leonardo Villa, classe 1959, cuoco, residente a Semogo, frazione di Valdidentro, non ce l’ha fatta, in quanto è rimasto sommerso sotto la coltre di neve. La figlia Samanta, che era con lui nell’escursione, si è invece salvata, non venendo investita dalla massa nevosa e ha provveduto a lanciare l’allarme. Quando l’équipe dell’elisoccorso è giunta sul posto per il 62enne, purtroppo, non c’era più nulla da fare. La ragazza, incolume, che ha visto morire il papà in quella che avrebbe dovuto essere una bella giornata di sport insieme, è stata valutata dal personale sanitario, ma per lei non è stata necessaria l’ospedalizzazione.

Della disgrazia è stato informato il magistrato di turno della Procura di Sondrio, Elvira Antonelli, che nelle prossime ore deciderà se disporre l’autopsia o se, invece, come appare più probabile restituirà la salma alla famiglia, dopo la ricognizione cadaverica in programma oggi alle 11 all’obitorio dell’ospedale Morelli di Sondalo. Il cadavere è stato trasportato qui dalla camera mortuaria di Livigno a cura degli addetti delle Onoranze Funebri Demonti di Valdisotto che, in seguito, saranno chiamati a occuparsi del funerale dello sfortunato cuoco di Valdidentro. Intanto il sindaco, Massimiliano Trabucchi, ha espresso alla famiglia la vicinanza dell’intera comunità. 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?