Il bar della stazione di Morbegno (National Press)
Il bar della stazione di Morbegno (National Press)

Morbegno (Sondrio), 15 aprile 2018 - Discute con il proprietario del bar della stazione di Morbegno e lo aggredisce, prendendolo a sassate. Ha solo 17 anni il protagonista della mattinata di oggi, domenica 15 aprile, nella Città del Bitto. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri della stazione di Morbegno, due giovani, tra cui un minorenne, proveniente dal Lecchese, avevano trascorso la serata in Valtellina e qua avevano già, nella notte, subito un controllo da parte dei militari.

Il più giovane, un 17enne appunto, giunto a Morbegno in attesa di prendere il treno con i suoi amici per rientrare a casa, si è accorto che gli mancava un documento, che, a detta sua, sarebbe stato trattenuto dai militari. Alle 6 di mattina è quindi entrato nel bar della stazione ferroviaria, chiedendo al proprietario del locale di chiamare i carabinieri e farli intervenire per poter riavere il documento. Il titolare si è però rifiutato, dicendo al giovane di rivolgersi in caserma. Una risposta che il 17enne non ha gradito, e ha reagito inveendo e aggredendo il 45enne valtellinese con alcuni sassi raccolti dalla linea ferrata. Oltre l’uomo, anche altri clienti sono stati raggiunti da calci e manate, e il ragazzo ha anche danneggiato gli arredi del locale. Con lui un amico di 21 anni, che non ha partecipato all’aggressione ma con il suo atteggiamento ha fomentato il compagno.

Dopo alcuni lunghi minuti di panico, un cliente è riuscito a chiudere fuori dal locale il ragazzo, che dopo alcuni calci e pugni assestati alla porta si è dileguato con l’amico. Quattro i feriti, di cui il più grave è stato proprio il titolare del bar che ha riportato una prognosi di 25 giorni per la frattura dello zigomo e della mandibola, oltre ad una ferita al volto Il minorenne, straniero ma regolare sul territorio, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale,  danneggiamento e lesioni aggravate; l’amico maggiorenne, anche lui straniero e regolare sul territorio italiano, deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, concorso morale. La magistratura dei minori ha richiesto per il ragazzo esami clinici e una valutazione psichiatrica.