L’area sportiva verso un nuovo look. Grazie a mezzo milioni di euro

Chiuro, sorgeranno campi da gioco, un parco, posti auto e servizi .

L’area sportiva verso un nuovo look. Grazie a mezzo milioni di euro

L’area sportiva verso un nuovo look. Grazie a mezzo milioni di euro

La frazione di Castionetto avrà presto un’area ricreativa moderna e funzionale. È questa una delle prime iniziative previste dall’amministrazione comunale di Chiuro a guida Tiziano Maffezzini, riconfermatissimo al timone dopo l’ultima tornata elettorale. Nei giorni scorsi è stato predisposto il progetto generale per la sistemazione, la valorizzazione e l’ammodernamento dell’area sportiva di Castionetto. Lo studio prevede il rifacimento del campo da calcio a 7, la creazione di un nuovo parco a verde con area giochi, i parcheggi e i servizi necessari a rendere questo spazio accogliente e fruibile da tutti.

Successivamente è prevista la sistemazione dello stabile dell’ex asilo che verrà adibito a luogo per il ritrovo, la socializzazione, l’organizzazione di eventi per giovani e anziani. "La zona individuata per la nuova area ricreativa di Castionetto – dice il sindaco di Chiuro Tiziano Maffezzini – ha un’estensione di 3200 metri quadrati ed è lontana dal traffico. L’obiettivo è quello di realizzare uno spazio ispirato il più possibile alla natura, dinamico, multifunzionale e accessibile anche alle persone con disabilità. Gli interventi previsti sul campo da calcio invece prevederanno la sua messa a norma generale con la stabilizzazione della scarpata di valle e la sostituzione della rete di protezione, oltre al rifacimento dell’impianto di illuminazione e il ripristino del terreno di gioco con la realizzazione di un adeguato sistema di drenaggio ed un impianto automatico per l’irrigazione. Lavori che richiedono un esborso di 500.000 euro, somma che stiamo cercando di reperire attraverso bandi e fondi pubblici". In base alle risorse economiche che si potranno reperire s’ipotizza di realizzare uno o due nuovi campi da tennis e pallavolo. A completamento dell’organizzazione generale dell’area, diventerà opportuno realizzare ulteriori interventi di ristrutturazione dell’edificio ex scuola materna statale che sostanzialmente diverrà il nuovo centro di aggregazione socio – culturale ed fulcro logistico delle attività che si svolgeranno all’interno dell’area di progetto". Fulvio D’Eri