La retrospettiva su Albert Anker. Ritratti di una Svizzera idilliaca

La Fondation Pierre Gianadda di Martigny presenta una mostra dedicata all'infanzia nella produzione artistica di Albert Anker, con opere provenienti da importanti musei svizzeri. La mostra sarà aperta dal 1° febbraio al 30 giugno. Info su www.gianadda.ch.

La retrospettiva su Albert Anker. Ritratti di una Svizzera idilliaca
La retrospettiva su Albert Anker. Ritratti di una Svizzera idilliaca

Vent’anni fa la Fondation Pierre Gianadda di Martigny, nel canton Vallese in Svizzera, presentò la prima retrospettiva di Albert Anker, artista nato nel 1831 e scomparso nel 1910: ora una nuova mostra mette al centro la sua produzione artistica avente a tema l’infanzia, curata da Matthias Frehner, fra i massimi specialisti della pittura svizzera, che presenta opere provenienti dai maggiori musei svizzeri e da prestigiose collezioni private. Anker, appassionato della Svizzera, rappresenta luoghi e personaggi come espressione di un paese idilliaco, lontano dalle bassezze del mondo,

che ha fiducia nel futuro. Descrive così una Svizzera con bambini disciplinati, vecchi malinconici, artigiani laboriosi, partecipi di un’attività ordinata. La mostra sarà aperta alla Fondation Gianadda dal 1° febbraio al 30 giugno, tutti i giorni dalle 10 alle 18, info www.gianadda.ch