Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 apr 2022

Don Paolo trasferito nel Comasco, ma i parrocchiani dicono "no"

Hanno inviato una lettera al vescovo Oscar Cantoni: "Bisognerebbe interpellare la comunità prima di decidere"

12 apr 2022
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi
Le parrocchiane autrici della lettera spedita. alla Diocesi

Gli scatoloni per il trasloco verso il lago sono già pronti in casa parrocchiale a Tirano. Don Paolo Busato, parroco della parrocchia di San Martino e delle frazioni di Baruffini e Cologna, entro breve dovrà lasciare la città per assumere la guida della comunità pastorale composta dalle parrocchie di Tavernerio, Solzago e Ponzate nei pressi di Como. A Tirano arriverà don Stefano Arcara. La partenza è alle porte. Lui non desidera rilasciare dichiarazioni. Resta in silenzio, discreto e garbato come sempre sa essere, ma nello sguardo si coglie tutta l’amarezza di chi ha investito molto verso i suoi parrocchiani e non vorrebbe lasciarli. Uno strappo doloroso, inatteso e improvviso che in molti fedeli non riescono proprio a comprendere e per questo motivo hanno scritto una lettera direttamente al vescovo Cantoni per esprimere tutta la loro amarezza. Pur dicendosi pronti ad accogliere il nuovo parroco e ad aiutarlo nella sua missione, avrebbero preferito una consultazione prima del trasferimento di don Paolo. "Siamo addolorati ed è per questo che abbiamo scritto al vescovo - dichiarano le parrocchiane autrici della lettera Simona Cioccarelli, Stefania Triaca, Adriana Tomasi, Antonietta Moretta, Dirce De Campo - Sarebbe stato importante e sarebbe importante nel caso di trasferimenti di sacerdoti come è accaduto qui da noi a Tirano interpellare anche la comunità. E’ preziosa la fase di ascolto dal basso". G.G.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?