Crolla l’impresa giovane. Perse migliaia di aziende

Il calo demografico incide anche sulla demografia delle attività . Crisi fra gli under 35. Negli ultimi 10 anni si sono perse 13813 società.

Crolla l’impresa giovane. Perse migliaia di aziende
Crolla l’impresa giovane. Perse migliaia di aziende

Il calo demografico incide anche sulla demografia delle imprese, che seppur in aumento negli ultimi due anni, restano lontane dai numeri del 2009. Considerando i dati del III trimestre, gli ultimi disponibili per il 2023, se nel 2009 (il primo di cui sono disponibili i dati puntuali del registro Movimprese di InfoCamere) in Lombardia le iscrizioni erano state complessivamente 12477, nel 2023 si è a quota 10700, 1777 in meno. La quota più rilevante del calo di iscrizioni è soprattutto tra le imprese artigiane: nel 2009, le nuove aperture erano state 4233, nel 2023 3123, 1110 in meno. In valore assoluto, è Brescia la provincia in cui ci sono state meno iscrizioni nel 2023 rispetto allo stesso periodo del 2009 (351 in meno), seguita da Bergamo mentre solo la provincia di Milano ha registrato un andamento positivo con un aumento di nuove aziende. Va detto che il saldo tra iscrizioni e cessazioni è positivo, segno che le nuove aperture hanno comunque superato le chiusure. Negli anni, anzi, c’è stato un rallentamento delle cessazioni: erano state 8545 nel terzo trimestre del 2009, sono state 8343 nello stesso periodo del 2019 e 7366 nel 2023, segno di una maggiore stabilizzazione del tessuto imprenditoriale. Tra le cessazioni, una su tre riguarda imprese artigiane. Nel complesso, se il saldo è positivo, è vero però che il valore assoluto indica un calo di imprese: nel 2009, la differenza tra aperture e chiusure, sempre considerando il III trimestre, era stato di 3943, nel 2023 di 3334, 609 in meno. Un quadro che paga lo scotto non solo delle grandi trasformazioni e delle criticità degli ultimi anni, ma anche dell’andamento dell’imprenditoria giovanili, che vede un calo costante. Un’indagine condotta dal Servizio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Brescia, mette in evidenza che, tra il 2013 e il 2023, si è registrata, in Italia, la perdita di oltre 143.338 aziende gestite da giovani under 35 che sono passate, in un solo decennio, da 637.359 a 494.021 (un calo del 22,5%, mentre il numero di imprese totali è rimasto sostanzialmente stabile). In Lombardia, negli ultimi dieci anni si sono perse 13813 imprese under-35, il 16% in meno.