La lezione di ieri nell’aula della facoltà di Giurisprudenza
La lezione di ieri nell’aula della facoltà di Giurisprudenza

Pavia, 22 settembre 2020 - «Arrivo dalla Liguria . Prendo il treno alle 6 e rientro la sera, ma sono felice di poter tornare in aula. A casa era tutto un altro modo di studiare". Ilenia Caroniti, studentessa del corso triennale di Giurisprudenza ieri mattina era molto contenta di fare finalmente lezione davanti a un docente che poteva vedere dal vivo, non attraverso uno schermo. In tre dipartimenti (Giurisprudenza, Psicologia e Ingegneria civile) sono ricominciate ieri, infatti, le lezioni in presenza dell’Università. Gli studenti hanno dovuto prenotare il loro posto e presentarsi muniti di mascherina. "Se gli studenti continueranno a comportarsi bene e a rispettare le regole – ha aggiunto Ilenia – speriamo di poter continuare in presenza e magari con meno restrizioni. Vivo in un piccolo paese dove spesso salta la connessione internet. Ho faticato per rimanere in pari con gli studi. Tornare in Università è stata un’emozione".

Contenta anche se non deve percorrere tantissimi chilometri per raggiungere l’Ateneo, pure Laura Del Latte che arriva da Voghera: "Da casa era piuttosto difficile seguire le lezioni – ha commentato –. Tutti in aula hanno rispettato le regole che impongono di mantenere una distanza, indossare la mascherina e usare il gel per sanificare le mani". Prima di entrare in Università, gli studenti devono misurare la temperatura. Sono circa 24mila gli studenti che frequenteranno un anno molto particolare con una forma di didattica mista: in presenza per chi riuscirà a prenotarsi un posto alle lezioni e a casa per gli altri. Perché le aule potranno essere occupate al 50%. "Nel corso dell’estate, è stata verificata la connessione di rete di ogni aula e si è proceduto all’acquisto delle telecamere – ha detto il rettore Francesco Svelto –. Sono stati inoltre comprati i necessari pc e tavolette digitali, richiesti dai dipartimenti per l’erogazione dei contenuti formativi. Prevediamo, in tale modo, di mettere a disposizione oltre 300 aule per la trasmissione in diretta streaming delle lezioni".

E proprio ieri è stato inaugurato a Pavia il nuovo corso di laurea triennale in Scienze giuridiche della prevenzione e della sicurezza, organizzato dal dipartimento di giurisprudenza in collaborazione con l’Arma dei carabinieri e con il personale della polizia di Stato e della Guardia di Finanza, per formare professionisti della sicurezza aziendale. Il corso conta 75 matricole a cui si aggiungono una decina di studenti che hanno chiesto il passaggio da altri corsi di laurea.