Quotidiano Nazionale logo
30 gen 2022

Treni nuovi, "noi ancora ignorati"

Protesta dei pendolari della Milano-Mortara: ennesima presa in giro. Di 222 convogli nessuno per le nostre linee

umberto zanichelli
Cronaca
Viaggiatori allo scalo di Vigevano
Viaggiatori allo scalo di Vigevano
Viaggiatori allo scalo di Vigevano

di Umberto Zanichelli "È l’ennesima presa in giro: la Regione ha stanziato 2 miliardi di euro per l’acquisto di 222 treni, ma nessuno di essi sarà destinato alle linee per Mortara, Voghera e Piacenza sulle quali viaggiano convogli che hanno almeno trent’anni di vita e che non vengono prese in considerazione". Non l’hanno presa bene i pendolari dell’associazione MiMoAl che si sentono abbandonati. "È una vergogna assoluta – commenta il presidente, Franco Aggio – e una continua presa in giro. Questi signori sono di una arroganza infinita". La reazione fa seguito all’annuncio dell’assessore regionale alle Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile, Claudia Terzi, del nuovo investimento messo a punto dal Pirellone. "I nuovi treni – spiega – verranno immessi gradualmente in servizio. Nessuna regione sta investendo così tanto per rinnovare la flotta. I treni di ultima generazione saranno collocati in tutte le province della Lombardia compatibilmente con i tempi tecnici di realizzazione e messa in esercizio". Da martedì i primi due treni “Caravaggio“ entreranno in servizio sulla Milano-Gallarate-Varese-Porto Ceresio con una composizione di quattro carrozze e una capacità di 445 posti. Con i due nuovi convogli sale a 39 il numero dei nuovi treni già in circolazione sulla rete ferroviaria. Nel corso del 2022 è prevista poi la consegna a Trenord di 57 dei 222 convogli acquistati dalla Regione. I prossimi “Caravaggio“ saranno destinati ancora alla Milano-Porto Ceresio dove effettueranno la totalità dei servizi e sulla Milano-Brescia-Verona che è considerata una linea strategica. L’anno in corso sarà anche quello nel quale i “Caravaggio“ entreranno in servizio per la prima volta anche sulla rete di Ferrovienord sulla Milano-Laveno. Nella seconda metà dell’anno invece riprenderanno le consegne dei treni a media capacità “Donizetti“ che saranno destinati alle linee locali del Cremonese e del Bresciano consentendo la dismissione dei vetusti Ale 582 che sono in servizio ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?