Polizia
Polizia

Pavia, 15 gennaio 2017 - Malmenata perché incinta. Una ragazza di 21 anni ha chiamato i soccorsi e sul posto sono arrivate l’ambulanza e una pattuglia della polizia. È successo a Pavia, in viale Sardegna, sabato poco prima di mezzogiorno.

La giovane, di nazionalità romena, avrebbe riferito di essere andata a casa del padre del suo futuro figlio per dargli la notizia della gravidanza, evidentemente inattesa vista la reazione del fidanzato e anche dei genitori di lui. La futura nascita avrebbe infatti scatenato una violenta lite: la 21enne, a suo dire, sarebbe stata malmenata, anche con calci indirizzati al ventre. Portata in ospedale, al Policlinico San Matteo, sono state per fortuna escluse conseguenze ai danni del nascituro. E anche la futura madre se l’è cavata con conseguenze lievi, per cui la polizia non può procedere d’ufficio ma deve attendere l’eventuale querela di parte, che al momento non risulta ancora formalmente presentata. Per ora resta il dramma umano di una giovanissima donna che è stata abbandonata, e suo dire pure malmenata, rispettivamente dal padre del bimbo che porta in grembo e dai genitori di lui, che si sarebbero intromessi, pare anche con violenza, nel non voler far riconoscere al figlio la paternità della gravidanza.