Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 dic 2021
manuela marziani
Cronaca
23 dic 2021

Giallo Gigi Bici, la donna che ha trovato il cadavere era seguita: gps sotto la sua auto

Cura Carpignano, si infittisce il mistero: perché la donna era seguita? E da chi? 

23 dic 2021
manuela marziani
Cronaca
pavia  Pavia, Luigi Criscuolo omicidio di gigi bici  - foto torres
Gigi Bici e il luogo in cui è stato ritrovato il corpo
pavia  Pavia, Luigi Criscuolo omicidio di gigi bici  - foto torres
Gigi Bici e il luogo in cui è stato ritrovato il corpo

Cura Carpignano (Pavia), 23 dicembre 2021 – E’ un giallo in piena regola la terribile fine di Luigi Criscuolo, il 60enne, trovato lunedì pomeriggio da un bambino davanti al cancello della sua cascina di Calignano, una frazione di Cura Carpignano. Un giallo che coinvolge non solo la famiglia dell’uomo che a Pavia dove viveva era noto come Gigi Bici, ma anche altre persone. Una in particolare, la mamma del piccolo di 8 anni che lunedì ha fatto la macabra scoperta e che ora lancia un appello: “Lasciatemi stare, non so chi fosse Luigi Criscuolo, ho sentito parlare di lui soltanto dopo la sua scomparsa leggendo i giornali”.

Ma la donna ha paura per lei e soprattutto per il suo bambino: “Mi segue – ha aggiunto la mamma -, sotto la mia auto ho trovato un localizzatore gps, temo che vogliano seguire i miei movimenti”. La donna ha già raccontato agli agenti della squadra mobile dell’apparecchiatura installata a sua insaputa, ma non solo. Ha detto d’aver ricevuto una fotografia del corpo di Gigi Bici nella cassetta delle lettere. Immagine scattata quando il cadavere si trovava già davanti al suo cancello. Per sbrogliare la matassa molto ingarbugliata, gli inquirenti stanno esaminando i tabulati telefonici del cellulare del 60enne e controlleranno molto attentamente le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza della zona in cui è stato ritrovato il cadavere.

Si sta cercando di chiarire il passato dell’uomo che aveva ingenti debiti, per capire chi frequentasse e se avesse subito delle minacce. Molto probabilmente l’8 novembre, giorno della scomparsa, Gigi Bici aveva un appuntamento a Calignano e avrebbe preferito non andarci da solo come proverebbero alcune telefonate che ha fatto mentre si dirigeva verso Cura Carpignano. Forse aveva timore che potesse accadergli qualcosa. E qualcosa gli è accaduto.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?