Fragilità al femminile. L’aiuto si fa concreto

Pavia, a Casa Cambiagio un incontro per fare rete

Fragilità al femminile. L’aiuto si fa concreto

Elena Maga sindacalista della Cisl per il comparto scuola nei territori di Lodi e Pavia

Un tavolo dedicato a ragazze e donne in situazioni di fragilità perché le istituzioni e le realtà formative del territorio individuino un percorso per aiutare coloro che stanno vivendo situazioni di difficoltà a riprogettarsi grazie a risposte concrete che le realtà pavesi possono offrire facendo rete. L’idea è di Cisl scuola Pavia-Lodi e Casa Benedetta Cambiagio onlus che ha organizzato un incontro su "Fragilità al femminile: una rotta comune per un porto sicuro". L’appuntamento è per oggi dalle 9,30 alle 13,30 a Casa Cambiagio in via San Giovanni in Borgo 7. "La vera integrazione nella società di giovani in situazione di disagio – ha motivato Elena Maga di Cisl Scuola Pavia-Lodi – si realizza aiutandole ad avere un’indipendenza economica, una situazione lavorativa che possa renderle libere, dopo idonea formazione, di realizzarsi come persone e di partecipare alla vita sociale". Come curare e prevenire il disagio? Lo spiegherà Maria Assunta Zanetti, docente dell’ateneo pavese e membro del cda di Casa Benedetta Cambiagio onlus: "L’accoglienza richiede non solo di rispondere a un’emergenza per garantire tutela e cure, ma implica responsabilità educativa nell’accompagnarle verso una crescita equilibrata che consenta loro di coltivare il desiderio di futuro".M.M.