STEFANO ZANETTE
Cronaca

Morte di Fabio Friggi, il giallo della chiazza (sangue?) sull'asfalto in via Delle Orchidee a Trivolzio

Repertata dai Ris insieme ad altre tracce sui gradini e nel cortile dove è stato trovato il corpo. Se fosse del 44enne di Motta Visconti cambierebbe completamente la dinamica

La villetta di Trivolzio sotto sequestro dove è stato trovato il corpo priva di Fabio Friggi (nel riquadro)

La villetta di Trivolzio sotto sequestro dove è stato trovato il corpo priva di Fabio Friggi (nel riquadro)

Trivolzio (Pavia), 24 agosto 2023 - Una grossa macchia sull'asfalto, di quello che sembra essere sangue. E' stata repertata dai carabinieri del Ris nel sopralluogo in via Delle Orchidee a Trivolzio, a più di una ventina di metri dall'ingresso della casa dove venerdì scorso, 18 agosto, è stato trovato morto Fabio Friggi, 44enne di Motta Visconti.

Anche sui gradini che portano al cancelletto dell'abitazione, sempre sotto sequestro, ci sono altre 3 targhette adesive lasciate dai rilievi dei carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche di Parma, incaricati dalla Procura di Pavia per gli accertamenti su quello che, se non è ancora certo che possa essere stato un delitto, è comunque un giallo dai molti aspetti ancora da chiarire.

Anche nel cortile dove è stato trovato il corpo ormai privo di vita ci sono ovviamente molte tracce repertate, come ce ne saranno di certo all'interno dell'inaccessibile abitazione.

Ma la chiazza sulla strada sembra lasciar ipotizzare una dinamica ben diversa dalla presunta caduta dalle scale interne con il successivo spostamento del corpo, o già cadavere o ancora in vita, nel cortile. Sempre che la macchia sia davvero attinente con l'accaduto, ma è comunque stata repertata.

E per le risposte si dovranno necessariamente attendere i tempi tecnici dei rilievi effettuati ieri, mercoledì 23 agosto, dagli specialisti del Ris.