Dengue autoctona, trovati altri due casi

Salgono a otto le persone infettate, tutte di Castiglione. Prorogato lo screening

Dengue autoctona, trovati altri due casi

Dengue autoctona, trovati altri due casi

Sono saliti a otto i casi di Dengue autoctona individuati a Castiglione d’Adda: sono tutti residenti in paese e tutti con manifestazioni non gravi della malattia. Intanto sono stati 336 i cittadini di Castiglione d’Adda che si sono sottoposti allo screening per la ricerca di anticorpi al virus trasmesso dalla zanzara Aedes (zanzara tigre). Gli esami del sangue, che si tengono nella Casa di comunità di Codogno, proseguono anche oggi, dalle 9 alle 13 e sono stati prorogati anche per tutta la settimana prossima, da lunedì 4 a venerdì 8 settembre, dalle 8 alle 10. Per maggiori informazioni, si può consultare la pagina dedicata sul sito dell’Ats. Resta confermata l’opportunità per i cittadini di Castiglione d’Adda che vogliono partecipare allo screening ma che non possono raggiungere Codogno per impedimenti fisici di contattare telefonicamente il Punto Unico di Accesso (PUA) della Casa di Comunità al numero 0377465352 e prenotare il prelievo a domicilio.

Solo giovedì era stato reso noto che due delle sei persone fino ad allora risultate positive alla Dengue avevano frequentato Casalpusterlengo: da lì la decisione del sindaco della città della Torre Pusterla Elia Delmiglio, di anticipare la disinfestazione alla notte tra ieri e oggi. L’Ats di Milano ricorda che, per limitare la diffusione delle zanzare, è utile adottare precauzioni tra cui coprire con coperchi ermetici, teli di plastica o zanzariere ben tese, tutti i contenitori utilizzati per la raccolta dell’acqua piovana da irrigazione. T.T.