Undici migranti fra cui due minorenni (17enni) originari del Mali e del Bangladesh scoperti a bordo di un Tir condotto da un’autista lettone lungo la A21, Torino-Piacenza. È stata una pattuglia della Polstrada della sottosezione San Michele di Alessandria allertata da una segnalazione, ad...

Undici migranti fra cui due minorenni (17enni) originari del Mali e del Bangladesh scoperti a bordo di un Tir condotto da un’autista lettone lungo la A21, Torino-Piacenza. È stata una pattuglia della Polstrada della sottosezione San Michele di Alessandria allertata da una segnalazione, ad intercettare il Tir nella tarda mattinata di venerdì e a tallonarlo fino all’area di servizio Stradella sud, in direzione Piacenza, dove il mezzo è stato bloccato. In supporto sono sopraggiunge poco dopo altre due pattuglie, di cui una del distaccamento di Stradella. La perquisizione del Tir comunque carico di merce (proveniente da Ventimiglia), ha portato subito alla scoperta degli undici migranti che, nascosti, cercavano probabilmente di arrivare fino alla frontiera con l’Austria e poi raggiungere il Nord Europa. Una rotta inusuale perché più lunga rispetto al tentativo di passare la frontiera con la Svizzera o la Francia, indubbiamente inedita e sulla quale la Polstrada indaga. Gli undici migranti, tutti in discrete condizioni, sono stati trasferiti, con altri mezzi della polizia, in Questura a Pavia mentre gli agenti identificavano, con un primo interrogatorio sommario, il conducente del Tir. Si tratta di un camionista con cittadinanza lettone, di 45 anni che avrebbe dichiarato di non sapere nulla della presenza dei migranti. La sua posizione è al vaglio. Si sta cercando di capire da dove i migranti siano arrivati Italia e, se ci sono complicità in un possibile traffico di clandestini.Pierangela Ravizza