STEFANO ZANETTE
Cronaca

Casorate Primo, furto sventato al Postamat: i ladri si “fregano” oscurando le telecamere

Tempestivo allarme ai carabinieri lanciato dagli operatori della sala di controllo H24 di Poste Italiane a Milano, che hanno notato la telecamera oscurata da quattro uomini a volto coperto

Il furto è stato sventato dalla segnalazione tempestiva della sala controllo di Poste Italiane (foto di repertorio)

Il furto è stato sventato dalla segnalazione tempestiva della sala controllo di Poste Italiane (foto di repertorio)

Casorate Primo (Pavia), 12 febbraio 2024 – Furto sventato al Postamat di Casorate Primo. Erano le 2.56 di sabato 10 febbraio quando gli operatori della sala di controllo H24 di Poste Italiane a Milano hanno notato che era stata oscurata la telecamera esterna allo sportello automatico e lanciato subito l'allarme alle forze dell'ordine.

Sul posto sono così intervenuti i carabinieri, che non hanno trovato più nessuno, solo la telecamera che era stata oscurata. Con i malviventi già fuggiti per non essere intercettati sul posto, desistendo quindi dal loro intento. “Andando a ritroso con le registrazioni – spiega il comunicato stampa diramato oggi da Poste Italiane – gli operatori hanno visionato quattro persone a volto coperto, uno dei quali nell'atto di oscurare la telecamera con dello spray nero”. Proprio la settimana precedente, sempre nella notte tra venerdì e sabato, a Casorate Primo era invece andato a segno il colpo esplosivo ai danni del bancomat della Bpm, in via Sant'Agostino. Ma la stessa cosa non è invece riuscita al Postamat.

"L'impegno di Poste Italiane – prosegue il comunicato stampa – per garantire standard di sicurezza sempre più elevati, a tutela delle persone e dei beni aziendali, la dotazione di sistemi di sicurezza tecnologicamente evoluti e la stretta collaborazione con le forze dell'ordine hanno consentito di contrastare efficacemente l'attacco predatorio”.

Secondo i dati forniti da Poste Italiane, a livello nazionale, nell'ultimo anno il 58% degli eventi criminosi tentati sono stati sventati. E per i 209 uffici postali in provincia di Pavia sono in funzione "impianti di videosorveglianza a circuito chiuso composti da oltre 579 telecamere che, oltre a monitorare possibili intrusioni, notturne e contribuire al riconoscimento di eventuali rapinatori, consentono attraverso un sofisticato software di videoanalisi predittiva di riconoscere automaticamente comportamenti sospetti e potenziali attacchi agli ATM, facendo partire in tempo reale la richiesta di intervento alle Forze dell'Ordine".