Il cantiere è stato preceduto da una mappatura, seguiranno sondaggi e prelievi
Il cantiere è stato preceduto da una mappatura, seguiranno sondaggi e prelievi

Pavia, 22 novembre 2020 - Sono stati oggetto di esposti alla Procura e di petizioni, sono stati guardati con molta paura e ora, finalmente diranno molti, sono destinati a sparire. Gli 11 ettari di superficie dell’area ex Necchi stanno per essere oggetto di un intervento di rimozione dei rifiuti che si trovano sotto i capannoni,e tra questi verranno rimossi anche i big bags contenenti amianto. L’intervento, in un’area inserita nel contesto urbano cittadino e al confine con la Questura e la sezione della Polizia stradale era atteso da anni. Era il 2018, infatti, quando Marco Zampetti, allora segretario provinciale e consigliere nazionale della sigla sindacale della Polizia di Stato “Lo scudo“ rispolverava il caso.

«Da domani, dopo la pulizia della vegetazione avvenuta questa estate – annuncia l’assessore all’Urbanistica Massimiliano Koch – partirà anche la rimozione dei rifiuti. Il Comune ha chiesto che, contemporaneamente agli altri rifiuti, vengano rimossi i big bags contenenti amianto, proveniente dalle costruzioni ma accatastato in un’area da numerosi anni. La proprietà si è prontamente messa a disposizione per effettuare l’intervento".

Il processo di rimozione dei rifiuti è stato anticipato da una specifica mappatura di ciò che era presente in soprassuolo, quindi si è proceduto con il prelievo di campioni dei rifiuti, con le dovute analisi e, in base ai risultati, si è definita l’idonea tipologia di smaltimento di ogni residuo. Successivamente si avvieranno i sondaggi e i prelievi previsti dal piano di caratterizzazione approvato, necessari a verificare la qualità delle acque e dei suoli.

«Ogni procedura – spiega Koch – necessita di confronti tecnici con i diversi enti preposti, che ringrazio per la collaborazione e la professionalità. Nonostante il periodo complicato per l’emergenza Covid, stiamo procedendo su diversi fronti. L’Amministrazione comunale è particolarmente impegnata in importanti progetti di rigenerazione urbana che vogliono dire sviluppo, recupero di aree degradate, salute per i cittadini. Per questo seguiamo da vicino e con grande attenzione ogni azione, dalla programmazione dei diversi iter alla realizzazione di operazioni concrete che, passo dopo passo, condurranno ad una nuova vita quartieri e aree della città".