Al piccolo Eitan tre milioni. Nonno Peleg ora vive a Pavia. Seguirà la crescita del nipote

Soddisfatti gli avvocati oggi a Verbania per la seconda udienza preliminare. Il difensore della famiglia Biran: "È probabile che lo incontreremo".

Al piccolo Eitan tre milioni. Nonno Peleg ora vive a Pavia. Seguirà la crescita del nipote

Al piccolo Eitan tre milioni. Nonno Peleg ora vive a Pavia. Seguirà la crescita del nipote

Con un risarcimento di oltre 3 milioni si spengono i riflettori su Eitan Biran, il bambino di 8 anni unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone. Oggi l’avvocato che tutela il bambino, Fabrizio Ventimiglia, ritirerà la richiesta di costituzione di parte civile formulata il 17 gennaio: "Il bambino doveva uscire il più presto possibile dal processo e così è stato. Ha già pagato un prezzo carissimo, nessuno potrà mai restituirgli la famiglia persa, ma adesso potrà concentrarsi sul suo futuro". Nell’incidente del 23 maggio 2021 il piccolo, che frequenta la primaria all’istituto delle Canossiane, ha perduto il padre Amit, la mamma Tal, il fratellino Tom e i bisnonni.

"Il risultato ottenuto ci soddisfa pienamente – aggiunge l’avvocato di Eitan – Leitner e Reale Mutua hanno offerto un contributo importante per garantire un futuro sereno al bimbo sotto un profilo economico". Non era scontato per la giustizia italiana che il risarcimento arrivasse in tempi brevi. "Ogni professionista coinvolto nella vicenda processuale ha anteposto l’interesse del bambino a restare fuori dal processo e allontanarsi dal clamore mediatico alle logiche difensive processuali, che avrebbero comportato tempi più lunghi". Ora il piccolo potrà proseguire il proprio cammino di crescita circondato dall’affetto di tutti. Il nonno Shmuel Peleg, infatti, ha preso un’aspettativa dal lavoro e ha affittato un alloggio sul Naviglio. Con ogni probabilità oggi Peleg sarà presente alla seconda udienza preliminare in programma a Verbania.

"Probabile che lo incontreremo – sottolinea Giuseppe Zanalda, che difende la famiglia Biran –. Ho saputo che nonno Peleg ha preso casa a Pavia e sono contento che intenda seguire da vicino la crescita del piccolo e il processo". Molti i risarcimenti già corrisposti. "Spesso le vittime devono aspettare la fine del processo – prosegue l’avvocato Zanalda – In questo caso Leitner si è data molto da fare per le persone offese. Anche noi ci siamo costituiti solo contro le Ferrovie del Mottarone e i suoi responsabili".

Pure l’avvocato Francesco Caroleo Grinaldi di Roma, che tutela alcune zie di Eitan, valuta positivamente l’accordo: "Il risarcimento non potrà mai restituire al bambino la vita che aveva prima ma potrà garantirgli serenità".