Accoltellato per qualche dose di droga, arrestata una donna di 30 anni: “Mi sono soltanto difesa”

Brivio, la donna accusata è di tentato omicidio. Il cinquantenne ferito se la caverà con quaranta giorni di prognosi

La donna è stata portata in carcere su ordine del Gip di Lecco L’ipotesi di reato è tentato omicidio

La donna è stata portata in carcere su ordine del Gip di Lecco L’ipotesi di reato è tentato omicidio

Si sono accoltellati la scorsa settimana, lui era finito in ospedale in gravi condizioni, lei sparita. Fino a qualche giorno fa, quando è stata trovata dai carabinieri che l’hanno arrestata con l’accusa di tentato omicidio. Ieri la donna, italiana di 30 anni residente a Carenno, ma di fatto domiciliata a Brivio, probabilmente assieme all’amico, è comparsa davanti al Gip di Lecco Nora Lisa Passoni, che ha convalidato il suo arresto ed emesso la custodia cautelare in carcere.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, la lite tra i due, entrambi tossicodipendenti, sarebbe avvenuta per problemi di droga la notte tra il 30 e 31 marzo, pare durante uno scambio di dosi non meglio chiarito. Cosa sia accaduto esattamente è ancora oggetto di indagine: lei, in una ricostruzione abbastanza nebulosa, ha sostenuto di aver ferito l’uomo, 50 anni, anche lui italiano, nel tentativo di difendersi; lui dice di essere stato aggredito senza motivo.

Di certo, l’uomo è arrivato in pronto soccorso con una serie di lesioni da arma da taglio a un braccio e nella zona sopra il polmone, procurate con un coltello da cucina preso in casa. È stato operato all’ospedale di Lecco per suturare i tagli e ricoverato con una prognosi di una quarantina di giorni, scaturita soprattutto dalla ferita al torace.

Nel frattempo la donna era sparita, fino a essere rintracciata tre giorni dopo e arrestata. Ora le loro due versioni sono contrastanti e sarà necessario capire se la trentenne si è effettivamente difesa o se ha solo aggredito l’amico in un momento di rabbia. Un aspetto che, a fronte di una accusa di tentato omicidio, potrebbe avere il suo peso.