Varedo, prende a martellate la moglie di 79 anni e poi si uccide dandosi fuoco: la donna è in fin di vita

La lite furiosa e l’aggressione in casa in via Celotti. La donna è ricoverata in condizioni gravissime. L’anziano, di 85 anni, è morto in ospedale

Sul posto sono intervenuti i carabinieri (foto di repertorio)

Sul posto sono intervenuti i carabinieri (foto di repertorio)

Varedo (Monza e Brianza) – Un anziano di 85 anni ha aggredito a martellate la moglie di 79 anni, a Varedo, lasciandola in fin di vita. Poi, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe sceso nel giardino davanti a casa e si è dato fuoco dopo essersi cosparso di benzina. La tragedia è avvenuta giovedì pomeriggio in via Celotti nel comune brianzolo. La donna è ricoverata in condizioni molto gravi, lui è morto in ospedale intorno alle 19.

Mentre la violenza aveva luogo, alcuni testimoni hanno capito cosa stava succedendo e hanno chiamato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della compagnia di Desio, i vigili del fuoco di Monza e i soccorsi del 118, una ambulanza e un’automedica.

L’anziana è stata portata in codice rosso all’ospedale San Gerardo di Monza, dove è ricoverata nel reparto di neuro-rianimazione, in prognosi riservata. L’ottantacinquenne è stato condotto, anche lui a sirene spiegate, all’ospedale Niguarda in codice rosso, dove è deceduto per le ustioni poco dopo.

Dopo l’aggressione a martellate, stando alle prime testimonianze, sarebbe stati alcuni operai della zona a raggiungere l’85enne per cercare di spegnere le fiamme sugli abiti. La Scientifica dell’Arma ha delimitato l’area e sequestrato alcuni indumenti bruciati.