Tra valzer e soldatini. Lo Schiaccianoci a teatro per una notte di magia

Lo spettacolo dello State Opera Ballet dalla Bulgaria al Manzoni. In scena un ensemble di 25 artisti provenienti da tutta Europa.

Tra valzer e soldatini. Lo Schiaccianoci a teatro per una notte di magia
Tra valzer e soldatini. Lo Schiaccianoci a teatro per una notte di magia

Natale a teatro con lo “Schiaccianoci“ di Pëtr Tchaikovsky. Appuntamento giovedì alle 21 al Manzoni con lo State Opera Ballet di Varna, Bulgaria, diretto da Sergej Bobrov, già solista del Bolshoi di Mosca. In scena un ensemble di 25 ballerini, di cui una quindicina italiani formatisi nelle accademie di Milano, Roma, Napoli e alla Vaganova di San Pietroburgo. Insieme a loro colleghi spagnoli, britannici, francesi, bulgari e russi per una compagnia internazionale di alto livello. Tutti insieme accompagneranno il pubblico in un viaggio incantato attraverso la fantasia. La sera di Natale, il salotto della famiglia Stahlbaum si anima con l’arrivo dell’eccentrico zio Drosselmeyer: porterà in dono a Marie (nelle versioni occidentali Clara) uno strordinario Schiaccianoci che diventa il centro di una notte magica. Sognanti fiocchi di neve, battaglie di topi e soldatini, splendidi valzer e straordinari passi a due accompagnano il sogno di Marie con il suo Schiaccianoci che prende vita e si trasforma in un valoroso principe.

"Per me è la seconda stagione con lo State Opera Ballet di Varna – racconta Vittorio Scolé, di Pavia, formatosi alla Scala e all’accademia Vaganova, ora primo ballerino a Varna –. In questo Schiaccianoci interpreto il principe. Durante gli spettacoli, preparazione e cambi fervono dietro le quinte con l’aiuto di sarte e costumiste. Per noi italiani è sempre molto emozionante tornare in Italia con la nostra compagnia. La tournée italiana dura una settimana, durante la quale le nostre famiglie hanno finalmente occasione di venirci a vedere. Abbiamo fatto tappa a Villa D’Ossola, Asti, Piacenza, Monza e poi ci attendono Mestre e Vercelli". A seguire, i giovani ballerini sono attesi in una serie di teatri in Gran Bretagna, dove porteranno in scena, oltre a Schiaccianoci, “La bella addormentata nel bosco“ e “Lago dei cigni“. Per lo Schiaccianoci monzese verrà posto l’accento sulla scena della festa, la battaglia tra topi e soldatini, l’adagio che accompagna il meraviglioso turbinio dei fiocchi di neve e poi le briose danze cinese, spagnola e araba che portano in mondi lontani. Durante il tour si avvicendano nel ruolo di Marie, Natalia Bobrova e Martina Prefetto che poi si trasformano nella Fata Confetto. Lorenzo Poggianti e Nicolas Perez Ruiz si alternano nel ruolo di Drosselmeyer.