Quotidiano Nazionale logo
26 apr 2022

Nove sedie di design e rare andranno ad “arricchire” il MAC

Da domani la mostra con i pezzi firmati da alcuni maestri della creatività italiana e internazionale

fabio luongo
Cronaca

di Fabio Luongo

Nove sedie di design, rare, autoprodotte o in edizione limitata, firmate da alcuni maestri della creatività italiana e da progettisti apprezzati a livello internazionale.

Nove pezzi di pregio che andranno ora a incrementare il patrimonio del MAC.

Le si potrà scoprire da domani nella nuova mostra allestita negli spazi del Museo d’Arte Contemporanea di viale Elisa Ancona, che aprirà i battenti sotto il titolo “The same (chair) in any language? - 9 nuove sedute di design entrano nella collezione del MAC”.

Si tratta di oggetti d’arredo realizzati da importanti studi di progettazione e da designer rinomati, acquisti dalla struttura museale lissonese grazie all’iniziativa-bando “PAC2020 - Piano per l’Arte Contemporanea” promossa dalla Direzione generale creatività contemporanea del Ministero della Cultura.

Lissone aveva partecipato al progetto sotto la direzione artistica di Alberto Zanchetta e aveva ottenuto così un finanziamento di 19.950 euro, che ha permesso di sostenere il percorso di acquisizione di nuove opere di design.

I pezzi andranno quindi a incrementare la collezione di design del Museo, che oggi conta più di 300 oggetti e progetti.

Nell’esposizione si potranno vedere “Post Steltman” e “Redesign Chair” di Studio Alchimia, “Post Steltman plexiglass” di Alessandro Guerriero, “Houdini” di CtrlZAK e “Felix” di Franco Raggi. E poi “Foglio” di Lorenzo Damiani, “Avvitamenti” di Carlo Contin e “Terra!” di Studio Nucleo.

Tutte sedute innovative e inconsuete, nate per criticare le idee del funzionalismo, per sperimentare materiali, per provocare e cercare nuove strade e nuove tecniche di lavorazione, sfidando spesso le concezioni classiche della seduta.

La mostra verrà ufficialmente inaugurata domani alle 18 e si potrà visitare fino al 24 luglio, il mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13, il giovedì dalle 16 alle 23, il sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, sempre con ingresso libero.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?