Le botteghe del Natale. La Brianza artigiana: "Le nostre tradizioni condite di creatività"

Sono 17 le piccole imprese che “sfornano“ sorprese da mettere in tavola. Online la mappa dell’associazione di categoria per difendere i prodotti locali.

Le botteghe del Natale. La Brianza artigiana: "Le nostre tradizioni condite di creatività"
Le botteghe del Natale. La Brianza artigiana: "Le nostre tradizioni condite di creatività"

Panettoni dolci e gastronomici, birra, biscotti, tronchetti natalizi. La Brianza è terra di artigiani del Natale, con 17 botteghe tra le 27 attive tra le province di Milano e Monza. Una mappa dei produttori dei “regali golosi“ messa a disposizione da Apa Confartigianato. A Monza ci sono Pasticceria Moderno, La Ferrea, Pasticceria Luzzara, Bar pasticceria artigianale Nava; a Nova, Il Fornaio di Galilei (via Galilei 6); a Lissone, Pasticceria Sala (via Manzoni); a Desio, “Vivi il dolce“ di Viviana Limonta (via Tagliabue); a Lissone, Pasticceria San Rocco (via Settembrini); a Biassono, Pasticceria caffetteria Fossati (via Cesana e Villa); a Bernareggio, Ninni’s cake; a Seregno, Panificio Giraldo (via Fermi), Pasticceria Santa Valeria (via Santa Valeria), Arte del dolce di Silvio Corbetta (via Monti); a Carate, Dolce Brianza (via Milano); Birra Gaia (via Vergani); a Cesano Maderno Piccolo forno di Bertin (via Monte Rosa); a Seveso Torrefazione Il Griso (via Tommaseo). La mappa è consultabile sul sito www.apaconfartiginato.it: cliccando sulle icone con il panettoncino, gli utenti potranno scoprire le botteghe artigiane che hanno aderito all’iniziativa ed essere rindirizzati alle rispettive pagine internet. La piattaforma è costruita anche con un link diretto a mappe, per permettere di impostare rapidamente il tragitto più breve per arrivare.

Le proposte sono numerose: si va dal classico panettone artigianale, fino a pandori, dolci ripieni, panettoni salati, ma c’è spazio anche per prodotti speciali come birre, caffè e vini natalizi. Nella mappa i territori di Monza e Brianza e Milano su cui opera Apa Confartigianato, l’associazione di rappresentanza della micro, piccola e media impresa aderente a Confartigianato Imprese. "Nel settore del food un prodotto di qualità si riconosce immediatamente – commenta Tatiana Moreschi, presidente degli alimentaristi di Apa Confartigianato –. Le feste sono l’occasione per portare sulla nostra tavola prodotti ben fatti, preparati a regola d’arte, in grado di far emergere le materie prime di qualità. Aderiamo come imprenditori con piacere a questa iniziativa e invito tutta la categoria che rappresento a fare lo stesso: è un buon modo per mettersi in vetrina e anche dare valore al nostro lavoro, fatto di cura, passione, sostenibilità e ricerca".

La campagna “Natale Artigiano“ si inserisce nel solco delle attività di “Acquistiamo locale“, che invita a regalare e a regalarsi doni che esprimono il valore artigiano made in Italy. Secondo la previsione elaborata da Confartigianato Imprese le feste di Natale faranno impennare la spesa. Fra i consumi natalizi spiccheranno quelli che puntano sulla tipicità, sull’identità territoriale, sull’unicità e qualità di prodotti e servizi. A livello regionale, Confartigianato stima che si spenderà di più in acquisti natalizi in Lombardia con 4,3 miliardi di euro (17,5% del totale nazionale).