La tradizione brianzola in tavola. L’Associazione cuochi in cattedra

Serata speciale al Club Horses di Fabio Mondini, presidente del Gam E20 e inventore della festa della birra. Ai fornelli i ragazzi che parteciperanno ai campionati italiani, in menù l’eccellenza del territorio.

La tradizione brianzola in tavola. L’Associazione cuochi in cattedra
La tradizione brianzola in tavola. L’Associazione cuochi in cattedra

La tradizione culinaria della Brianza ha fatto tappa a Misinto l’altra sera per sostenere il valore del “fare squadra“ e per valorizzare i prodotti del territorio e la lunga storia delle osterie lombarde capace oggi di coniugarsi perfettamente con le tecniche e le tendenze del momento, grazie alle scuole e a tanti giovani preparati e determinati. È stata una serata speciale quella vissuta a Misinto da una folta rappresentanza dell’Associazione Cuochi Brianza, ospitata al Club Horses di Fabio Mondini, presidente del Gam E20 e creatore della “Misinto Bierfest“. Mondini collabora da tempo con l’associazione nata nel 2007 per volere di alcuni professionisti di settore. Ispiratore di questo percorso associativo è stato lo chef Giovanni Guadagno, già segretario generale dell’Associazione Cuochi Milano, e un nutrito gruppo di ex alunni e alunni dell’Istituto Alberghiero del Collegio Ballerini di Seregno, dove ora ha sede l’Associazione. Oggi l’associazione è diventata punto di riferimento per tutti coloro che operano nel settore della cucina e, più in generale, nel settore del food nel territorio della Brianza. Con la propria attività si propone di sostenere tutti gli associati e farsi promotrice della cultura della buona ristorazione e dei prodotti di qualità del territorio, oltre che di sostenere i giovani che si avvicinano a questa professione, attraverso le scuole e corsi di specializzazione. Ai fornelli, per l’occasione, i ragazzi che parteciperanno dal 18 al 20 febbraio all’8° edizione dei Campionati della Cucina Italiana presso Rimini Fiera, la più importante competizione culinaria nazionale riconosciuta dal circuito Worldchefs. In tavola alcuni prodotti dell’eccellenza brianzola, dai caprini al crudo di Oggiono, dalla polenta con toma, al risotto con la robiola mantecato alla birra, accompagnato dal boccale di birra in un abbinamento solo apparentemente azzardato, fino a chidere con flan allo yogurt, tutto rigorosamente “Made in Brianza“.

Tanti i presenti lunedì sera all’evento curato dall’attenta regia di Fabio Mondini, tra cui il presidente Gilberto Farina con il vice Andrea Martinelli, la segretaria Paola Silva, il tesoriere Gioele Arienti e i consiglieri Giovanni Guadagno, Alberto Somaschini (presidente unione cuochi regione Lombardia), Matteo Nesi, Debora Meduri, Andrea Mauri, Stefano de Santis. Ospiti il sindaco di Misinto, Matteo Piuri (foto) e il consigliere regionale Alessandro Corbetta (Lega). L’Associazione Cuochi Brianza è la rappresentanza provinciale della Federazione Italiana Cuochi e della World Association of Chefs Societies.