La discarica abusiva. Mobili abbandonati a due passi da scuola

I responsabili sono stati incastrati dalle telecamere

La discarica abusiva. Mobili abbandonati a due passi da scuola
La discarica abusiva. Mobili abbandonati a due passi da scuola

Discarica abusiva in pieno centro a Brugherio. Nei giorni scorsi in via Buozzi, grazie al sistema di videosorveglianza comunale, la polizia locale ha individuato un autocarro cassonato Iveco in entrata da un varco, con un enorme carico di materiale ingombrante fra legno, staccionate, stipetti e mobili da cucina smontati, porte, una cassettiera, come se qualcuno avesse rinnovato l’arredamento e buttato tutto per strada in fretta e furia.

L’occhio delle telecamere appena installate in città ha ripreso il carico di materiale sul camion, corrispondente a quello rinvenuto per terra. Poi lo stesso camion è stato immortalato in uscita alla 6.15 del mattino, con il cassone completamente vuoto. "La telecamera ha intercettato il mezzo lungo tutti i suoi spostamenti ed è stato facile verificare che fosse entrato pieno, per uscire vuoto – sottolinea il comandante della polizia locale Silverio Pavesi – Dalla visura ai terminali, incrociata con i dati della Motorizzazione civile, è risultato che il proprietario del veicolo è un quarantenne residente a Cologno Monzese che è stato convocato in comando e, messo davanti all’evidenza, ha fornito i riferimenti della persona che conduceva il veicolo, un settantenne sempre di Cologno. Quindi anche il conducente è stato convocato al comando di via Quarto, dove ha ammesso le sue responsabilità.

Entrambi sono stati denunciati per il reato di abbandono di rifiuti ai sensi del testo unico dell’ambiente, che prevede, oltre al differimento all’autorità giudiziaria, l’ammenda da mille a 10mila euro, oltre al pagamento delle spese di ripristino. La polizia locale ha inviato i riferimenti degli autori dello scarico abusivo all’ufficio ambiente del Comune e alla ditta Cem, che a sua volta attribuirà loro le spese del ripristino del luogo che ha richiesto l’utilizzo di attrezzature costose.

Quando i furbetti dei rifiuti non vengono individuati, le spese restano a carico dei cittadini, come fa osservare la vice sindaca con delega alla polizia locale Mariele Benzi: "Tutto è stato reso possibile grazie all’efficienza del sistema di videosorveglianza e lettura targhe comunale e alla pazienza e professionalità investigativa di alcuni operatori della polizia locale di Brugherio impegnati nella ricerca. Esprimo a nome mio, del sindaco e dell’amministrazione tutta, soddisfazione per l’operazione e il sanzionamento degli autori della discarica abusiva in via Buozzi".

Via Buozzi è in pieno centro, vicino alle scuole. Non era mai successo che venisse usata come discarica a cielo aperto, come invece accade ai margini del Comune, nelle vie isolate al confine con Monza, da decenni meta di scaricatori abusivi.

Polizia locale sempre attenta in materia ambientale. Una delle norme previste dal nuovo regolamento di polizia urbana è il divieto di accendere fuochi o provocare fumi e odori molesti. Mercoledì, verso mezzogiorno, la pattuglia è stata inviata in Via Garibaldi per un forte odore di bruciato. Una volta giunti sul posto gli agenti accertavano che all’interno di un cortile di un edificio una persona era intenta a bruciare bancali di legno e documenti vari. Quindi gli agenti procedevano alla redazione della sanzione che sebbene di soli 50 euro, consente agli agenti di intimare di spegnere le fiamme, per porre fine al fastidio del vicinato.

C.B.